SAN NICOLA LA STRADA. La Cisas scende in campo per chiedere un aumento dei Vigili, pianta organica comunale scesa a quota 76

NUNZIO DE PINTO

La Cisas scende in campo per chiedere un aumento dei Vigili, pianta organica comunale scesa a quota 76

SAN NICOLA LA STRADA – Ad inizio del mese di dicembre 2017, il Comune di San Nicola la Strada ha perduto una validissima collaboratrice, infaticabile e sempre disponibile, la signora Anna Maria Leone. Purtroppo, con la sua prematura morte, diminuisce ancora di più il numero dei dipendenti in fora alla pianta organica del Comune e non si vedono spiragli a questo “blocco del turn over” che penalizza oltremodo la Città e la sua collettività. Ma anche a livello nazionale le cose non vanno bene anche le rassicuranti parole della Ministra Madia che ha annunciato migliaia di assunzioni. Tra gli enti locali, sono i Comuni ad aver subito la più forte contrazione del numero di addetti (-10,6%), un po’ meno si registra nelle Regioni (-8,6%). La legge di stabilità 2016 ha previsto la drastica riduzione del turn over del personale non dirigenziale per gli enti locali, le cui facoltà assunzionali nel triennio 2016-2018 non potranno superare il 25% della spesa del personale cessato nell’anno precedente. Un’assurdità che, da una parte mette in ginocchio i comuni che vedono le proprie strutture sempre più vecchie e con addetti in numero sempre minore, dall’altra nega il futuro alle decine di migliaia di giovani che così vedono allontanarsi sempre più l’ingresso nel mondo del lavoro e, conseguentemente, la possibilità di progettare il proprio futuro a causa della mancanza di occupazione. Anche la Confederazione Cisas di Caserta è intervenuta nel merito. La Segreteria della Confederazione Cisas, più volte in passato, è intervenuta per segnalare la necessità di potenziare gli organici della Polizia locale, ormai ridotti all’osso, causa anche i pensionamenti e le mancate nuove assunzioni. Proprio in questi giorni, il Segretario Regionale della Cisas, Mario De Florio, ha dovuto registrare le lamentele dei vari sindaci sulla carenza dei Vigili Urbani. Grida d’allarme sull’argomento, si sono registrate in quasi tutti i comuni della provincia, fra cui Caserta, Aversa, Cellole, San Nicola la Strada, San Marco Evangelista, Sessa Aurunca, Castel Volturno, Casagiove, San Marcellino, Santa Maria C.V., Capua, Pastorano, Marcianise, Maddaloni, San Felice a Cancello, Mondragone, Falciano del Massico, Piedimonte Matese, Curti, Macerata Campania, anche per gli impegni sempre più gravosi che incombono sulla categoria dei Vigili. Costoro devono occuparsi sempre di più di Ambiente, lavori abusivi in crescita, Traffico e problematiche varie, dovute all’uso di droga, sempre più crescente, ed alla presenza sempre più massiccia di immigrati irregolari, che oziano per la strada tutti i giorni. Problematiche queste che richiedono un incremento del numero di Vigili, che invece diventano sempre meno numerosi e carichi di incarichi. Il Segretario Cisas, Mario De Florio, alla luce delle numerose e vistose carenze, segnala a tutte le Amministrazioni comunali la necessità di deliberare, con urgenza nei Consigli Comunali, la rivisitazione degli Organici, con l’assunzione di personale di Vigilanza al fine di coprire almeno gli attuali vuoti dei loro organici. A tale proposito, la Confederazione  Cisas  interverrà presso il Prefetto di Caserta ed il Ministro degli Interni, Minniti. Attualmente la Polizia Municipale del Comune di San Nicola la Strada può contare su 13 dipendenti, di cui: nr. 6 Marescialli Capo; nr. 1 Maresciallo Ordinario e nr. 6 Assistenti Capo. Purtroppo, il Comune di San Nicola la Strada prima che riesca a “rimpinguare” la propria pianta organica che continua, inesorabilmente, a perdere pezzi dovrà aspettare molto tempo ancora. Il prossimo 31 gennaio 2018 lasceranno il servizio altri due dipendenti: ESPOSITO Francesco, dipendente con la qualifica di Istruttore Direttivo, categoria D posizione economica D5, che ha maturato 41 anni 3 mesi e 3 giorni di servizio e la signora VECCIA Filomena, con la qualifica di Istruttore Amministrativo, categoria C posizione economica C5, che ha maturato 41 anni e 10 mesi di servizio. La perdita lavorativa di tutti questi dipendenti, nel giro di due anni, è, per il comune dissestato di San Nicola la Strada, una emorragia difficilmente sopportabile e sostituibile con l’innesto di nuova linfa proprio a causa del dissesto. La disciplina di riferimento dei comuni dissestati è oggi quasi interamente contenuta nel Titolo VIII del Tuoel, artt. 242 e seguenti del D.Lgs. n. 267/2000, recante “Enti locali deficitari o dissestati”. Infatti, il contenuto del comma 7, dell’art. 243, stabilisce che gli enti locali dissestati sono soggetti, al pari degli enti locali strutturalmente deficitari, al controllo centrale sulle dotazioni organiche e sulle assunzioni di personale da parte della Commissione per la stabilità degli enti locali. L’augurio è che il Governo Centrale dia una mano al Comune, considerato che anche il personale della Polizia Municipale è in notevole sottorganico e, attualmente, anche privo del Comandante del Corpo.