San Nicola la Strada – Presentata la seconda edizione dell’Open Day di “CIRCE PORTE APERTE”

Alla conferenza stampa hanno partecipato il prof. Lucio Gialanella, Direttore del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; il dott. Giuseppe Porzio, Coordinatore Tecnico del laboratorio CIRCE (Center for Isotopic Research on the Cultural and Environmental Heritage); la dott.ssa Lizeth Morales-Gallegos, Comitato Scientifico-Organizzativo; la dott.ssa Luisa Stellato del Comitato Scientifico-Organizzativo; l’avv. Vito Marotta, Sindaco della Città di San Nicola la Strada; la prof.ssa Maria Natale, Assessore alla Cultura Città di San Nicola la Strada e Lucio Bernardo, Assessore all’Ambiente ed ai Servizi Sociali.

SAN NICOLA LA STRADA – Si è svolta, martedì 8 ottobre 2019, con inizio alle ore 16:00 presso la biblioteca della “LabView Academy” del Dipartimento di Matematica e Fisica sito in Viale Carlo III nr.153, presso la struttura regionale ex-CIAPI, la conferenza stampa nel corso della quale è stata presentata la seconda edizione dell’Open Day di “CIRCE PORTE APERTE: una visita a un ‘eccellenza internazionale”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il prof. Lucio Gialanella, Direttore del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; il dott. Giuseppe Porzio, Coordinatore Tecnico del laboratorio CIRCE (Center for Isotopic Research on the Cultural and Environmental Heritage); la dott.ssa Lizeth Morales-Gallegos, Comitato Scientifico-Organizzativo; la dott.ssa Luisa Stellato del Comitato Scientifico-Organizzativo; l’avv. Vito Marotta, Sindaco della Città di San Nicola la Strada; la prof.ssa Maria Natale, Assessore alla Cultura Città di San Nicola la Strada e Lucio Bernardo, Assessore all’Ambiente ed ai Servizi Sociali.

L’Open Day “CIRCE PORTE APERTE”, organizzata dal Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e patrocinata dall’Amministrazione Comunale sannicolese, si terrà “SABATO 12 ottobre 2019”, dalle ore 9:00 alle ore 18:00 con ultimo ingresso alle ore 16:00, allo scopo di far conoscere ai cittadini il prestigioso centro di ricerca sito in San Nicola la Strada.

L’Open Day è articolato con visite guidate ai laboratori: “TAL” (Tandem Accelerator Laboratory) acceleratore di particelle da 3 milioni di Volt; “ICMPS-IRMS” laboratori di spettrometria di massa per isotopi stabili; “Laboratorio di Radioattività” (misure di Radon e di Radioattività ambientale); “Spettroscopia Laser” (tecnologia per determinare con estrema precisione grandezze e parametri che caratterizzano lo spettro di atomi e molecole); “Km3net” (rivelatore di neutrini).

Inoltre ci sarà la possibilità di osservare il sole mediante i telescopi ottici messi a disposizione dell’Unione Maddalonese Amici del Cielo (UMAC) e sarà possibile visitare la postazione del CUS (Centro Universitario Sportivo) che illustrerà le attività sportive e i traguardi raggiunti negli ultimi CNU dall’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Tutte le visite saranno guidate da ricercatori e studenti del Dipartimento di Matematica e Fisica. I visitatori verranno organizzati in gruppi di 24 persone, con partenza ogni 30 minuti. L’eccellenza internazionale del Circe, del Dipartimento diretto dal professor Lucio Gialanella, collabora con la Direzione centrale della Polizia Scientifica non solo per la datazione delle ossa.

Tante sono infatti le applicazioni delle scienze forensi. Gli scienziati datano ad esempio la carta, aiutando gli investigatori a ricostruire la storia di lettere, libri e altri reperti trovati sulle scene del crimine, ma i casi che si risolvono in mano ai fisici non sono sempre gialli macabri. Una delle applicazioni recenti riguarda infatti anche la datazione del vino.

Il CIRCE (Center for Isotopic Research on Cultural and Environmental heritage) fu fondato nel 2005 con l’obiettivo di promuovere il trasferimento tecnologico nel campo dei beni culturali e ambientali. Da allora si è sviluppato ampliando le proprie attività alla ricerca di base, applicata e industriale. Studenti e ricercatori da 13 paesi europei ed extraeuropei si sono formati e hanno lavorato al CIRCE.