Lavori bloccati in via M.MONACO. E l’Ufficio Tecnico?

In prossimità delle feste natalizie la minoranza sta dando esempio di non incalzare su alcuni amministratori perchè sarebbe  come sparare sulla Croce Rossa. 

di Tacco di Ghino

San Prisco. L’amministrazione comunale, guidata dal primo cittadino dottor Domenico D’angelo, deve farsi carico, attaverso l’Ufficio Tecnico di incalzare l’ENEL per la risoluzione di un problema che non permette alla ditta appaltatrice di continuare e terminare i lavori nel tempo prefissato.

I lavori sono bloccati in via M.Monaco.

Intanto da indiscrezioni abbiamo appreso che qualcuno avrebbe già  provveduto a trasferire  fuori San Prisco parte del nuovo basolato, come accadde alcuni anni fa, sul primo tratto che andava da Via M. Monaco a Piazza Santa Rosalia.  Secondo rumors dell’epoca, mai sopiti, il basolato ” scomparso” sarebbe stato visto nella villa al mare di qualche esponente dell’amministrazione comunale .

Noi non ci crediamo, anche se, per dovere di cronaca, il giudice ha sentenziato in modo evidente e chiaro che la responsabilita’ della ” scomparsa ” del basolato era da ascriversi  all’amministrazione comunale dell’epoca anche se tutti, in un primo momento, avevano puntato il dito contro la ditta appaltatrice.

Intanto i cittadini di San Prisco stanno ancora pagando quel debito. Ed ora?

Caro assessore ai Lavori Pubblici faccia sentire la sua voce presso l’Ufficio Tecnico  e, se necessario,  metta nero su bianco : l’amministrazione di San Prisco non puo’ ridursi soltanto a pretendere l‘abbattimento di lamiere e container  su terreni di proprietà della Chiesa di S.S. Maria di Costantinopoli, ove da anni si svolge una modesta attività di vendita di frutta e verdura.

Infine un segnale chiaro al Capo del Personaletrovi il modo per mettere in riga i  dipendenti del comune, pagati dai cittadini,  per motivarli ad operare nell’interesse della comunita’.

Al Sindaco D’Angelo, una preghiera:” Cambi la squadra o dia competenze specifiche  a chi nella vita svolge o ha svolto attività similari alle deleghe assegnate anzitempo”.

In prossimità delle feste natalizie la minoranza sta dando esempio di non incalzare su alcuni amministratori perchè sarebbe  come sparare sulla Croce Rossa.