Santa Maria a Vico. Refezione scolastica: il meetup chiede una carta dei servizi

Pubblichiamo di seguito il comunicato del meetup sulla richiesta di una carta dei servizi per la refezione scolastica.

Dopo la notizia dell’istituzione della commissione mensa fatta pervenire dall’amministrazione Pirozzi e dalla sua giunta, gli attivisti a 5 stelle di Santa Maria a Vico fanno notare la necessità di annettere a tale iniziativa l’istituzione di una carta dei servizi della refezione scolastica.

“Siamo felici di apprendere che finalmente l’amministrazione abbia istituito una commissione che esercita un ruolo propositivo e di controllo per il miglioramento della qualità dei servizi di mensa scolastica. Da mamma e da nutrizionista chiedo però di fare un ulteriore passo in avanti in nome della totale trasparenza di tale servizio.

Ad aprile infatti il nostro gruppo ha protocollato dapprima un’istanza al comune, chiedendo l’istituzione della carta dei servizi della mensa scolastica, e poi, considerata l’assenza di risposta, una petizione (2019/8477), che ha visto la partecipazione di centinaia di cittadini. Ci rammarica di non aver ricevuto ancora nessuna risposta, nonostante la sottoscrizione della petizione da parte di numerosi cittadini sammaritani.

La Carta dei Servizi è uno strumento di miglioramento continuo della qualità della refezione scolastica e ne definisce i principi e le regole essenziali. Rappresenta un patto nel quale sono dichiarati gli obiettivi del servizio, i diritti degli utenti, le garanzie del livello di qualità, modalità e tempi, prevedendo la possibilità di reclami.

La diffusione della Carta dei Servizi ha l’obiettivo di informare i cittadini in merito ai servizi disponibili e di fornire elementi per verificare il rispetto degli impegni che il Comune e il gestore si assumono nei confronti della comunità. Oltre alla possibilità di partecipazione da parte dei genitori al controllo degli alimenti che i nostri bambini ingeriscono, vogliamo conoscere la provenienza dei prodotti, modalità organizzative del servizio e avere informazioni sull’appaltatore al quale dovrà essere affidato l’obbligo di redazione della carta. Attendiamo quindi l’introduzione di questo servizio, nostro avviso necessario, sperando non sia un’ attesa troppo lunga.”

Così Assunta Di Nuzzo, biologa e nutrizionista, nonché membro del gruppo “attivisti 5 stelle smav”, dichiara, concentrandosi su questa sottile ma essenziale mancanza dell’amministrazione.