‘Scioglimento’ del Comune di Trentola Ducenta, si va verso il Commissariamento

Trentola Ducenta – Dopo l’arresto del secondo Sindaco  in meno di quattro anni a Trentola Ducenta, si va verso lo scioglimento dell’ente comunale. Con  l’ arresto dell’oramai ex Sindaco  Andrea Sagliocco, eletto un anno fa dopo lo scioglimento per infiltrazione camorristica seguito all’arresto il 10 dicembre 2015 dell’allora sindaco Michele Griffo, attualmente sotto processo per associazione camorristica, col clan del boss Michele Zagaria si sono dimessi parte di consiglieri comunali.

Il Comune di Trentola Ducenta va verso un commissariamento con un’amminstrazione durata un anno, ad andarci ‘sotto’ sono stati i cittadini di Trentola Ducenta , con un anno di ‘governo’ che ha visto forti spaccature e una maggioranza poco coesa.

Sembrava non dovesse accadere tuttavia, fino a poche ore fa c’era una maggioranza che ha resistito per pochi giorni dopo le dimissioni del primo cittadino ma che deciso di chiudere definitivamente il mandato con dimissioni che porteranno con tutta probabilità ad un nuovo commissariamento.

Il Sindaco eletto al ballottaggio con una lista civica di centrosinistra, è accusato di abuso d’ufficio, turbativa d’asta, corruzione ed altri reati reati commessi ai danni della pubblica amministrazione e di imprenditori vittime non compiacenti. Arrestato anche il suo braccio destro Saverio Griffo, mentre altre misure cautelari hanno raggiunto 13 persone, collaboratori del sindaco, imprenditori, funzionari e impiegati del comune