Sicurezza cittadina, iniziati i lavori per 20 nuove telecamere che si aggiungono alle 10 già presenti

Il progetto è stato fortemente voluto dall’Assessore ai LL.PP. Giovanni Vagliviello e vuole rassicurare la collettività sammarchese sulla sicurezza della città.

Il tema della sicurezza e della legalità nelle Città è, da sempre, il punto di forza di qualsiasi amministratore pubblico che combatte la sua battaglia per la cittadinanza. Nel corso della ultime settimane, a San Marco Evangelista, abbiamo registrato che c’è stata una autentica pandemia di furti in abitazioni. Una escalation criminale che sta mettendo a dura prova i residenti e fra coloro che si accingono a partire per le agognate ferie estive. In molti casi, i rapinatori, che si muovono in gruppi di due e più persone, si introducono addirittura nelle stanze da letto dei proprietari degli immobili.

Tra Via Mazzini e Via Rampi, tra le tre e le quattro di notte, sono state “visitate” e ripulite numerose case. I Carabinieri stanno indagando da settimane sul fenomeno delinquenziale, dopo le numerose denunce presentate dai cittadini di San Marco Evangelista. Ecco, di seguito il testo della missiva inviata a tutti i vertici dell’Amministrazione comunale e che ci sentiamo di condividere integralmente: “A tutti i Dirigenti del Comune di San Marco Evangelista, Al Sindaco del Comune di San Marco Evangelista Dott. Gabriele Cicala, a tutti gli Assessori del Comune di San Marco Evangelista, al Comandante della Polizia Locale del Comune di San Marco Evangelista Magg. Dott. Giuseppe Castiello.

Oggetto: “Mozione per l’installazione di telecamere di videosorveglianza all’interno del perimetro dell’area via San Marco Vecchio e prolungamento fino a Via Tasso/Via delle Rose”. Premesso che: negli ultimi anni si sta assistendo ad una esacerbazione sempre più crescente di fatti delittuosi, principalmente furti in abitazione, che hanno colpito tutto il territorio comunale, ed in particolare le aree a ridosso delle zone agricole, come la zona di via San Marco Vecchio e prolungamento fino a Via Tasso/Via delle Rose; Considerato che: nonostante il battage mediatico e la frenetica attività giudiziaria ancora persistono sversamenti abusivi ed incontrollati di rifiuti ingombranti e di ogni natura su tutto il territorio comunale, in qualche caso oggetto di combustione, come di recente accaduto in Via San Marco Vecchio; Valutato altresì che: il Comune di San Marco Evangelista è sprovvisto di un presidio di difesa militare (Caserma dei Carabinieri, Commissariato di Polizia, ecc.) ancorché attorniato da insediamenti di nomadi (rom, sinti, camminanti), i cui dimoranti vivono in condizioni di piena illegalità; Tutto ciò considerato, ritenendo non più rinviabile, da parte di codesta Amministrazione, l’adozione di misure rivolte alla sicurezza, in termini di prevenzione e repressione dei reati legati specialmente a fenomeni criminali che rendono la vita dei cittadini sempre meno sicura, e San Marco Evangelista sempre più degradata, invivibile e preda di sciacalli, in particolar modo per l’area di San Marco Vecchio-Via delle Rose;

Impegna il Sindaco, la Giunta e chi di competenza a: 1°) Attuare, in tempi brevi, l’istallazione di dispositivi di videosorveglianza prevedendo l’attivazione di un numero appropriato di postazioni di controllo idonee ed equamente distribuite sull’area oggetto della mozione; 2°) Sensibilizzare gli organi competenti (Prefettura, Questura, Procura della Repubblica, ecc.) affinché mettano in atto, nell’immediato, azioni di deterrenza nonché oppressive nei confronti di chiunque voglia compiere qualsiasi reato, punibile penalmente, verso l’ambiente, le persone e le cose concernenti l’area oggetto di mozione.

A rassicurare i cittadini di San Marco Evangelista è l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni VAGLIVIELLO, che ci ha informato come “….da Venerdì 5 luglio 2019 sono iniziati fisicamente i lavori per l’installare ulteriori 20 telecamere che si vanno ad aggiungere alle 10 telecamere della video sorveglianza già presenti sul territorio comunale, contribuendo in modo forte alle indagini delle forze dell’ordine oltre ad essere un valido strumento di deterrenza per i mal intenzionati che negli ultimi mesi hanno preso d’assalto il nostro territorio…..”.

Dunque, queste ulteriori 20 telecamere che si aggiungono alle 10 già monitoreranno 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno l’area cittadina garantendo maggiore sicurezza pubblica ai residenti oltre che una maggiore tranquillità e serenità che nell’ultimo periodo si stava perdendo a seguito di spiacevoli episodi di microcriminalità. L’assessore ci ha spiegato che “…. Le telecamere riescono a controllare in modo chiaro anche le altre che attraversano la città proprio per garantire una ricognizione efficace di tutta la zona”.