Sindaco arrestato a Trentola Ducenta: indagati anche due delle forze dell’ordine, uno disattivò le microspie

Si tratta del vice-sovrintendente della Polizia di Stato Giuseppe Melucci, delegato alla sicurezza del comune di Trentola, raggiunto dalla misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Caserta con sospensione dal servizio, e dell’agente di polizia penitenziaria Luigi Lorvenni, in servizio a Secondigliano, cui é stata notificata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Ci sono anche due appartenenti alle forze dell’ordine tra gli indagati nell’indagine della Procura della Repubblica di Napoli Nord che ha portato agli arresti domiciliari il sindaco di Trentola Ducenta Andrea Sagliocco.

Si tratta del vice-sovrintendente della Polizia di Stato Giuseppe Melucci, delegato alla sicurezza del comune di Trentola, raggiunto dalla misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Caserta con sospensione dal servizio, e dell’agente di polizia penitenziaria Luigi Lorvenni, in servizio a Secondigliano, cui é stata notificata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Melucci, é emerso dalle indagini, disattivo’ le microspie piazzate dagli investigatori negli uffici comunali. Lorvenni – hanno accertato gli inquirenti – avrebbe invece fatto da intermediario da imprenditori collusi e amministratori comunali.