Sit-In dei lavoratori delle pulizie degli ospedali e dei distretti sanitari. Il vice prefetto ascolta il Sindacato

Caserta. si è da poco concluso il sit-in fuori la Prefettura dei lavoratori delle pulizie degli ospedali e dei distretti sanitari asl Caserta. Erano in tanti e insieme ad alcuni rappresentanti del Sindacato SGB hanno denunciato  la precarietà nella quale sono improvvisamente piombati.

La situazione non è piu’ sostenibile- ha dichiarato il dirigente regionale del Sindacato generale di base Franco Specchio– Lavoratori che hanno subito il 36% di taglio dell’ orario e quindi si sono ritrovati in una grossa situazione di disagio economico . Le aziende continuano a fare assunzioni temporanee con i capi area che continuano a fungere da caporalato e questa cosa non è piu’ ammissibile. E’ importante che con il passaggio di cantiere si faccia chiarezza su tutte quelle persone che sono stati promossi capi aree grazie ad altri poteri e comunque non certamente a quelli statali o logiche aziendali. I lavoratori sono stanchi e non vogliono piu’ essere ricattati per il posto di lavoro o sotto l’ aspetto della sicurezza personale “.

La manifestazione si è conclusa con l’ incontro fra il vice prefetto , il dirigente regionale Franco Specchio e gli rsa del Sindacato Generale di Base Cecilia Amato del distretto Asl , Del Prete Giuseppe dell’ ospedale -con ditta C.M. SERVICE e Montanino Luigi G.S.I.   In attesa All’ esterno della Prefettura per rispetto alle regole assembramento sono rimasti tutti gli altri lavoratori iscritti con SGB insieme al segretario provinciale Michele De Luca.

Alla fine dell’ incontro si è deciso per la convocazione di un  tavolo di concertazione in breve tempo fra il Sindacato i lavoratori , la direzione generale dell’ Asl , rappresentanti delle due aziende uscenti e di quella subentrante.