SPARANO E TENTANO DI UCCIDERE DUE RIVALI

La Procura invoca condanne per 39 anni

La Procura ha invocato condanne fino a 39 anni per tre individui accusati di aver sparato e tentato di uccidere due extracomunitari a Castel Volturno il 14 marzo 2023. Il sostituto procuratore Iolanda Gaudino ha richiesto una sentenza severa nel processo, sottolineando la gravità dei fatti.

 

Secondo la ricostruzione del procuratore, Nicola Ferrone, Stefano Ambrosino e Matteo La Pica si sarebbero recati presso l’abitazione delle vittime armati di pistola e mazze da baseball. Una discussione per futili motivi è sfociata in un attacco violento, durante il quale sono stati sparati diversi colpi d’arma da fuoco.

 

Il giudice ha disposto una perizia balistica sul giubbotto di una delle vittime per accertare la compatibilità dei colpi esplosi dagli imputati. La difesa, rappresentata dagli avvocati Ferdinando Letizia, Eduardo Napolitano e Anna Savanelli, ha presentato le proprie argomentazioni durante l’udienza.

 

Le vittime, rappresentate dall’avvocato Giovanni Plomitallo, hanno costituito parte civile nel processo. Si attende ora il conferimento dell’incarico al perito per la seconda metà di aprile.

 

Le indagini hanno portato all’arresto di Ferrone, mentre Ambrosino e La Pica sono stati sottoposti a misure cautelari diverse. Tuttavia, l’arma utilizzata nel crimine non è stata ancora ritrovata.

 

Il caso rappresenta un grave episodio di violenza e tentato omicidio, e la richiesta di condanne fino a 39 anni riflette la determinazione della Procura nel perseguire i responsabili di tali atti criminosi.