AGM Servizi Sanitari 582×215

Stanno meglio i due giovanissimi, di 25 e 26 anni, che sono andati in overdose da stupefacenti

L’incidente è avvenuto in un appartamento di Via Cairoli nr. 11 in San Nicola la Strada.

Nella giornata di venerdì, 19 aprile 2019, avevamo dato la notizia, quasi in tempo reale, che due giovanissimi erano stati soccorsi appena in tempo dopo essere stati trovati in “overdose” da sostanza stupefacente in un appartamento sito in Via Cairoli nr. 11 in San Nicola la Strada. Dopo l’intervento di due ambulanze, con relativo personale medico ed infermieristico, i due, Assunta Ammaturo di anni 25, e un ‘ altro giovane di anni 26, sono stati immediatamente trasportati presso l’Ospedale civile di Caserta dove sono stati sottoposti alle cure del caso.

Attualmente i due giovanissimi pare siano in fase di recupero, ma, per superare la dipendenza, dovranno seguire un lungo percorso di riabilitazione. Sul posto erano giunte due ambulanze, un autovettura dei Vigili del Fuoco, il Nucleo Reggia di Caserta, sezione di San Nicola la Strada, dell’Associazione Nazionale Carabinieri, il cui responsabile è Andrea Corazza, ed una pattuglia del Locale Comando della Polizia Municipale che ha provveduto a chiudere la strada che è a senso unico.

Nell’immediatezza i due dovrebbero essere stati sottoposti al trattamento con il Narcan-Naloxone che è un farmaco salvavita in grado di invertire gli effetti delle overdose di eroina. La quota di morti per overdose da eroina è aumentata sul totale rispetto agli due anni precedenti, e se dai primi anni Duemila i decessi per overdose sono calati in maniera significativa, negli ultimi anni questo calo sembra essersi fermato. Esiste però un antidoto che può aiutare a ridurre ulteriormente i decessi per overdose da oppioidi, contrastando gli effetti dell’eroina sui recettori del cervello.

Questo farmaco è il naloxone, ed è in grado di bloccare nel giro di qualche secondo gli effetti dell’overdose — e in particolare la depressione respiratoria, che può essere letale. Quando viene somministrato del naloxone a una persona in overdose, questa riprende a respirare nel giro di pochi secondi. Nelle prossime ore ne sapremo di più.