STRADA PROVINCIALE 335. Una rotonda salva vita, i sindaci incontreranno il Prefetto

La strada che da Maddaloni conduce a Valle di Maddaloni, nonché all’imbocco di importanti arterie quali la Fondo Valle Isclero e Telesina, una delle strade più pericolose della provincia di Caserta, fino a qualche mese fa in gestione appunto della provincia, ora è di competenza dell’Anas. Parliamo della strada provinciale 335, che nel tratto del comune di Maddaloni è denominata via Ponti della Valle.

Con la sopraggiunta gestione dell’Anas, quest’ultima ha provveduto a rifare strisce segnaletiche che hanno evidenziato un problema esistente da tempo. A molti residenti storici la striscia continua laterale della carreggiata nei fatti preclude sia l’ingresso che l’uscita dalla propria proprietà. Inoltre, la doppia striscia continua centrale impedisce, di fatto, l’attraversamento delle carreggiate: bisogna percorrere qualche chilometro per effettuare inversione di carreggiata in entrambi i sensi di marcia. A tutto questo si aggiunge l’alta velocità degli automobilisti in quel tratto e l’apertura del cantiere dell’alta velocità ferroviaria in prossimità dell’ingresso a Maddaloni dal lato di via Ponte Carolino. Evidente il disagio dei residenti, delle attività commerciali e di tutti coloro si trovano a percorrere questo tratto di strada, ma ancor di più destano preoccupazione e creano situazioni di pericolo le infrazioni continue con conseguenti e frequenti incidenti, talvolta anche mortali.

Alla luce di quanto esposto, i sindaci dei comuni interessati, Maddaloni e Valle di Maddaloni, incontreranno il Prefetto giorno 3 luglio in un tavolo sulla sicurezza stradale. A tal fine sono giunte alcune proposte che potrebbero essere esaminate in quella sede e sulla creazione di sensi rotatori che fungerebbero anche da dissuasori di velocità. Le rotatorie potrebbero essere posizionate in alcuni punti strategici. Sul lato che interessa il comune di Maddaloni si potrebbe pensare alla costruzione proprio in prossimità dell’incrocio tra il cantiere dell’alta velocità e l’imbocco a Maddaloni.

Percorrendo la strada verso Valle altri punti strategici da prendere in considerazione potrebbero essere nei pressi di Maddaloni Superiore, o ancor meglio, andando verso i Ponti, della località cosiddetta del “Salvatore”. Infine, ma non meno importante come collocazione, un altro spazio da sfruttare per creare un senso rotatorio potrebbe essere preso in considerazione proprio nei pressi dell’acquedotto Carolino.

Urge dare maggiore tranquillità ai residenti e alle attività commerciali prima, e una volta creati gli opportuni di sistemi di deterrenza e rallentamento dei veicoli, si può anche immaginare di ridurre in qualche punto la doppia striscia continua al centro o ipotizzare un allargamento concertando con i residenti la cessione di tratti di terreno frontalmente alla strada.