STRINGERE IL CERCHIO ATTORNO ALLA DISABILITA’. GLI ATTIVISTI ( ED IL M5S) DI CASERTA NON MOLLANO

Incontro stamattina in Comune con il Sindaco Marino

Caserta. Incontro stamattina in Comune con il Sindaco Marino per “stringere il cerchio” attorno ad una problematica su cui il gruppo attivista casertano “5 stelle per Caserta “è da tempo impegnato: politiche sulla disabilità ad alla città accessibile.

A valle delle collaborazione di forze politiche “bipartisan” con un volenteroso gruppo di giovani consiglieri comunali, autori di mozioni specifiche, di quello delle associazioni per i diritti dei disabili casertane LPH e la FISH, dell’Ordine Ingegneri di Caserta, in data odierna si è aggiunto il sostegno anche del Movimento 5 Stelle, area politica in cui gli attivisti si riconoscono, con la disponibilità del Sen. Agostino Santillo per lanciare un sasso nelle acque della politica casertana che spesso fa anche cose buone ma lasciandole poi lettera morta o alla buona volontà non sempre sollecita.
Ne è venuto fuori, con la disposizione collaborativa e pragmatica di Marino, l’impegno di una manifestazione di interesse per dotare il Comune di Caserta, primo capoluogo del sud, della figura del Disability Manager, la ratifica della carta ONU per i diritti ai disabili, e quindi, con un allargamento di vedute partorito nel corso dell’incontro, l’adozione di un PEBA (piano di eliminazione delle barriere architettoniche) all’interno del PUC in gestazione (ed attualmente non previsto), e la valorizzazione del “WheelMap”, applicazione tecnologica nata in seno all’attivismo 5 stelle per la navigazione dedicata alla disabilità per la vivibilità del territorio.

Ma è sulla figura del Disability Manager che si concentrano le principali aspettative, quella cioè di una figura “volano”, di vigilanza e di coordinamento nella vita interna
dell’amministrazione comunale, competente e sensibile a tutto quello che può essere fatto, proposto e gestito in ambito intersettoriale sulla accessibilità urbana e sulla vivibilità dei cittadini, anche al di là della disabilità che è solo un pretesto ed un occasione per un modello urbano sostenibile, civile e di integrazione e partecipazione civica.

Firmato
Attivisti 5 stelle x