Tari, riduzione per diversamente abili e per chi opera la rimozione amianto

"Sono due misure che ci sono state richieste anche delle forze politiche di maggioranza” – ricorda il primo cittadino – “che vanno nella direzione di incentivare la tutela dell’ambiente e di dare un contributo a quei nuclei familiari che vivono condizioni di disagio”.

Come annunciato in sede di approvazione della tariffa rifiuti, la giunta comunale del sindaco Enzo Guida ha approvato due delibere per avviare le procedure finalizzate alla attuazione di sconti per diversamente abili e per chi effettuerà la bonifica da amianto. “Sono due misure che ci sono state richieste anche delle forze politiche di maggioranza” – ricorda il primo cittadino – “che vanno nella direzione di incentivare la tutela dell’ambiente e di dare un contributo a quei nuclei familiari che vivono condizioni di disagio”.

Nei prossimi giorni, dopo la deliberazione della giunta, saranno approvati dai responsabili di servizio i relativi bandi, con la modulistica che sarà a disposizione dei cittadini. “Per quanto riguarda l’amianto” – spiega il sindaco Guida – tutte le persone che nel corso del 2019 effettueranno la bonifica, nelle proprie abitazioni e quindi presso luoghi privati, potranno avanzare richiesta all’ente di esenzione totale della Tassa rifiuti”.

È un modo, questo, per incentivare la bonifica, tenuto conto che è possibile ottenere anche il credito di imposta, dunque un ulteriore risparmio. Vi è anche un ulteriore aiuto che l’amministrazione comunale ha introdotto, che riguarda le fasce sociali più deboli. Infatti i soggetti diversamente abili, con riconoscimento mediante la legge 104/1992, pure potranno ottenere degli sconti in fattura per l’anno in corso.