Trent’anni dalla morte di Jerry Essan Masslo

Anche quest'anno, la Cgil Caserta e la Cgil Campania ricorderanno Jerry Masslo, nel corso di una cerimonia che si terrà al cimitero di Villa Literno sabato 24 agosto alle ore 17.00.

VILLA LITERNO – Il 24 agosto 2019 ricorre il trentesimo anniversario dell’assassinio di Jerry Essan Masslo, bracciante sudafricano ucciso nelle campagne di Villa Literno (Caserta). Per ricordare il 30esimo anniversario della sua morte sabato 24 agosto 2019 con inizio alle ore 17.00, presso il cimiteri di Villa Literno (CE), in Via Santa Maria a Cubito, si terrà una sobria cerimonia in memoria. Dopo la commemorazione si terrà la Preghiera per ricordare con Jerry tutti gli immigrati che in Italia sono morti nella campagne nel raccogliere i frutti della terra e coloro che hanno perso la vita durante il trasferimento nei campi o mentre facevano ritorno nei luoghi dove alloggiavano.

Domenica saranno passati trent’anni dall’assassinio a Villa Literno di Jerry Essan Masslo, rifugiato sudafricano vittima del regime dell’apartheid cui era stato negato il diritto all’asilo in Italia. La morte di Masslo ebbe una enorme eco sul territorio e in tutto il paese. Un grande sciopero dei braccianti a Villa Literno all’indomani dell’omicidio, la prima grande manifestazione antirazzista nazionale e soprattutto l’approvazione della legge 39/1990 (legge Martelli) che finalmente cancellò la limitazione geografica fino ad allora esistente per i richiedenti asilo.

Anche quest’anno, la Cgil Caserta e la Cgil Campania ricorderanno Jerry Masslo, nel corso di una cerimonia che si terrà al cimitero di Villa Literno sabato 24 agosto alle ore 17.00. Tutte le forze democratiche e antirazziste sono invitate a partecipare alla commemorazione che quest’anno assume se possibile ancora più valore, in considerazione del clima d’odio e di intolleranza nei confronti dei migranti e delle organizzazioni che si dedicano al loro salvataggio in mare e alla tutela dei loro diritti.

La Flai Cgil nazionale nel 2010 ha istituito il Premio Jerry Masslo con cadenza biennale. Il Premio, rivolto per lo più alle scuole di ogni ordine e grado, vuole essere un’occasione per riflettere sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione e della convivenza civile, per incoraggiare al dialogo e promuovere lo sviluppo di una società fondata sul rispetto della diversità.