TRIESTE: ANATEMA DI UN GIOVANE SACERDOTE, “IN CHIESA TROPPE MINIGONNE”

di Marco Natale

Sembra davvero che la pazienza di don Alberto Zanier, 30 anni, un giovane sacerdote, vicario  parrocchiale nella Resia, Diocesi di Trieste si sia esaurita. Il giovane curato, infatti,  durante un momento comunitario ha esternato tutto il suo dissenso nei confronti dell’abbigliamento indossato da alcune giovani durante le celebrazioni liturgiche. La Chiesa, ha detto, non è una balera o un boudoir. Immediate le polemiche che si sono diffuse sui social in seguito alle sue dichiarazioni. Nel testo scritto don Zanier fa riferimento alla “crisi” che la ditta produttrice del San Daniele,famosissimo prosciutto crudo sta vivendo e anche ad altre “cosce” quelle che fanno “la loro bella comparsa dal di sotto di mini (troppo mini) gonne di adolescenti”. Il prete definisce questo modo di vestirsi una “grave mancanza di rispetto”: “verso il corpo della donna”, “gli altri” e “il sacerdote”. La colpa, secondo il suo pensiero è delle mamme. Care mamme, scrive anche, quando le vostre figlie escono di casa, vedete come vanno in giro?”.

Share Button
Pubblicità