“Un fiore nel taschino”, nota del dir. gen. Asl dott. Mario de Biasio che plaude all’iniziativa UGL

Il 3 giugno 2019 l'iniziativa dell'UGL Caserta per sensibilizzare la cittadinanza alle continue aggressioni perpetrate ai danni dei medici, degli operatori sanitari, delle guardie giurate e di tutti i lavoratori dell'indotto ospedaliero.

“Un plauso al direttore Generale del ASL CE dott. Mario de Biasio che con una nota inviata ai direttori di distretto ed alle strutture ASL ha invitato tutti ad aderire all’iniziativa “un fiore nel taschino” del 3 giugno 2019 portata avanti dai segretari provinciali UGL CE Sicurezza Civile, medici e sanità Luca Tortora, Luciano Gentile e Patrizia De Rosa.

L’iniziativa è nata per sensibilizzare la cittadinanza alle continue aggressioni perpetrate ai danni dei medici, degli operatori sanitari, delle guardie giurate e di tutti i lavoratori dell’indotto ospedaliero”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dai segretari provinciali scesi in campo al fianco dei professionisti che regolarmente, vengono attaccati ed aggrediti dalla cittadinanza durante il loro orario di lavoro.

Una iniziativa che richiama l’attenzione su questo problema che genera insicurezza nelle eccellenze ed è un attaccato alla dignità umana di chi lavoro per il bene della comunità. E’ inaccettabile che chi lavora, deve aver paura di essere aggredito per qualunque problema si presenti o presunto tale, con la conseguenza di essere meno sereni specie durante le attività più delicate.

La UGL invita tutti ad aderire all’iniziativa per dire No alla violenza sui posti di lavoro, No alle aggressioni ai professionisti.