Un’altra vittoria per il noto avvocato casertano Labriola. Il TAR accetta il ricorso contro il Santobono.

Il 31 dicembre, dell’ormai passato 2020, il noto avvocato amministrativista Labriola di Caserta ha riportato un’importante vittoria legale riguardo la seguente vicenda.

Nella composizione per il bando del concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 40 posti O.S.S. non si riporta indicazione del punteggio minimo necessario per il superamento della prova preselettiva. Questa mancanza ha permesso l’impugnazione dell’elenco definitivo degli ammessi alle prove scritte, pubblicato il 07.12.2020 sul sito dell’azienda: http://www.santobonopausilipon.it/article/concorso-pubblico- titoli-edesami-n-40-posti-oss-calendario-prove-desame per la parte in cui viola il principio del favor partecipationis, in quanto individua il numero dei concorrenti che accedono alla prova scritta in assenza totale di predeterminazione di una soglia minima del punteggio conseguito nei test preselettivi, così
consentendo l’accesso ai soli concorrenti che abbiano conseguito un punteggio 30/30 ed illegittimamente irragionevolmente ledendo gli odierni ricorrenti che hanno, parimenti, conseguito un punteggio di eccellenza compreso tra i 29/30 ed i 30/30; della comunicazione di chiarimenti delle prove preselettive; di ogni altro atto agli stessi preordinato, presupposto, connesso e conseguente, parimenti lesivo.

L’avvocato Labriola ha ricorso in giudizio a difesa dei ricorrenti contro l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale “Santobono-Pausilipon” per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia e l’adozione di misure cautelari.

I ricorrenti hanno impugnato, rappresentati dall’avvicato Labriola, la loro mancata ammissione alla prova pratica del concorso de quo per effetto del mancato superamento della prova preselettiva, non essendosi classificati tra i primi cinquecento graduati (contingente ulteriormente maggiorato con tutti i concorrenti che avessero conseguito l’ultimo punteggio utile nel limite dei primi cinquecento), come previsto dal bando, senza alcuna previa indicazione del punteggio minimo necessario.

In merito la Sezione Quinta del TAR della Campania si è espressa disponendo l’ammissione con riserva dei
ricorrenti alla prava pratica calendarizzata per la data dell’8 gennaio 2021.