Usura e traffico di droga: 23 arresti fra italiani ed albanesi

E'  in corso dalle prime ore della mattina di oggi 3 giugno 2020 una vasta operazione da parte dei carabinieri

Napoli. E’  in corso dalle prime ore della mattina di oggi 3 giugno 2020 una vasta operazione da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Frosinone nell’ambito di una inchiesta sul traffico di droga.

I militari, un centinaio, stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Frosinone su richiesta della locale procura della Repubblica, Vittorio Misiti, nei confronti di 23 persone, di cui 6 ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di detenzione, acquisto, trasporto e cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

L’attività investigativa trae origine dalla denuncia per usura sporta da un imprenditore del luogo e risultata non veritiera (l’uomo è tra i destinatari dei provvedimenti di custodia in carcere) e che ha consentito di portare alla luce un giro di spaccio di sostanze stupefacenti – in genere di hashish e marijuana ma anche cocaina – da parte di un gruppo di persone, di origine italiana e albanese, che interessa le province di Frosinone Napoli e Roma.

La droga, acquistata anche in quantitativi di chilogrammi, veniva confezionata in singole dosi per essere ceduta ai numerosi assuntori, per un giro di oltre 300mila euro e un volume di stupefacente movimentato di circa 25 chili. Nel corso delle indagini sono state già arrestate sette persone in flagranza di reato, 5 deferite in stato di libertà e 10 assuntori segnalati all’autorità amministrativa (ex. art.75 DPR 309/1990), nonché c’è stato il sequestro di 15mila euro in contanti e di circa 7 chili di sostanza stupefacente (cocaina, hashish e marijuana).