Vaccari: “L’Amministrazione non ha aderito al Progetto WiFi4EU. È inammissibile”

"L’Amministrazione nel corso di questa consiliatura non ha partecipato e ottenuto alcun finanziamento degno di nota”. L’iniziativa WiFi4EU offre ai comuni la possibilità di richiedere un buono per un valore di 15 000 euro

SAN NICOLA LA STRADA – Giovedì, 4 giugno 2020, si è riunita la V^ Commissione consigliare in prima convocazione alle ore 9:00 andata deserta. Si è, quindi, riunita in seconda convocazione alle ore 15:00. La V^ Commissione Consiliare Permanente tratta di: Affari Generali e personale, servizi demografici e servizi municipalizzati, decentramento amministrativo. Alla seduta erano presenti: il Presidente: Tullio Vaccari, il Vice Presidente Federico De Matteis, e Nicola D’Andrea, Mattia Tripaldella, mentre risultavano assenti: Giuseppina Iannotta e Saverio Martire.

Il Presidente Vaccari inizia la riunione introducendo il discorso sul Progetto WiFi4EU, giunto alla quarta proroga e chiede se l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco del PD Vito Marotta abbia o meno aderito a questo progetto considerato che il finanziamento non è eccessivo. Si tratta, infatti, di un finanziamento di soli 15.000 euro e consentirebbe il libero accesso alla connettività Wi-Fi per i cittadini negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei, nei comuni di tutta l’Europa. Nella sua presentazione, il Presidente Vaccari ricorda che, nel recente passato, aveva invitato più volte l’Amministrazione ad aderire ai vari progetti finanziati.

Vaccari comunica ai presenti che da una attenta verifica effettuata il Comune di San Nicola la Strada non risulta essere iscritto al portale preposto e che pertanto non vi è possibilità di partecipare a questo quarto bando. Conclude sottolineando come nel corso dell’attuale consiliatura il Comune di San Nicola la Strada non ha partecipato ed ottenuto alcun finanziamento degno di nota. L’iniziativa WiFi4EU offre ai comuni la possibilità di richiedere un buono per un valore di 15 000 euro. I buoni saranno utilizzati per installare apparecchiature Wi-Fi negli spazi pubblici all’interno dei comuni che non sono già dotati di uno hotspot Wi-Fi gratuito. Con un budget di chiamata di 14,2 milioni di euro, la Commissione distribuirà, in questo quarto bando, 947 buoni in base all’ordine di arrivo.

Il voucher consentirà ai comuni vincitori di creare reti Wi-Fi gratuite negli spazi pubblici. Con una comunità di circa 30.000 comuni europei registrati, WiFi4EU ha rivelato una forte domanda locale per ampliare l’offerta di servizi Wi-Fi ai cittadini al fine di promuovere l’economia del commercio elettronico locale, sostenere il turismo e aumentare la disponibilità di servizi pubblici locali ai cittadini. Visto l’interesse per l’iniziativa e per garantire che tutti i buoni disponibili siano assegnati, per questo invito non ci sarà un numero massimo di buoni per paese partecipante.

L’invito, precedentemente programmato per marzo 2020, è stato rinviato per soddisfare le esigenze in rapida evoluzione dei comuni durante la crisi COVID-19. In questi tempi difficili, WiFi4EU sta contribuendo a costruire la resilienza della connettività attraverso il supporto per l’installazione di punti di accesso Wi-Fi gratuiti negli spazi pubblici, inclusi ospedali (18% delle installazioni) e scuole (37,5%). L’attuale emergenza sta rafforzando l’importanza dell’accesso universale a connessioni Internet ad alta velocità, affidabili e sicure per tutti: imprese, servizi pubblici e cittadini.
Per poter richiedere il buono di 15.000 euro, i comuni devono essere registrati sul portale WIFi4EU prima della chiamata.