Venerdi 22 Maggio la Mobilitazione dei gestori delle sale scommesse

Caserta. Nella giornata di ieri,martedì 19 maggio, abbiamo scritto delle agenzie di scommesse. Nell’ articolo abbiamo evidenziato come le stesse ,incomprensibilmente, fossero state penalizzate dall’ ultimo Decreto Governativo, in base al quale i centri scommesse sono stati collocati nella categoria di tutte quelle attività commerciali che possono riaprire al pubblico non prima di lunedi’ 15 giugno. 

I gestori delle sale scommesse si sono chiesti perchè anche a loro ,come a tante altre attività non è stato permesso di riaprire nel rispetto delle regole restrittive Covid-19.

L’ associazione gestori scommesse italia ha indetto una mobilitazione per venerdi 22 maggio e lancia un invito A tutte le associazioni di categoria dei giochi, agli operatori e a tutti i dipendenti e gli addetti del comparto dei giochi pubblici leciti a concordare ed organizzare una manifestazione pacifica nella giornata di venerdi 22 maggio ore 11 nelle maggiori piazza italiane ( una per regione)

L’intero comparto-si legge nel documento inviato a tutte le agenzie- penalizzato dalla chiusura delle attività dal mese di marzo 2020 Covid-19 continua a subire le conseguenze economiche per la mancata riapertura. Il Governo nel dettare le linee guida , per riavviare vari settori produttivi,non si è occupato minimamente del settore dei giochi.

Nel Decreto rilancio è contenuta una misura a favore di un fondo,per il rilancio dello sport nazionale ,finanziato con un ulteriore aumento di tassazione nel settore dei giochi pari allo 0,3% della raccolta scommesse. Solo in questo caso hanno attenzionato il nostro settore!! in queste condizioni gran parte delle attività del comparto giochi, non saranno in grado di riaprire con la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro e con il rischio di consegnare il mercato dei giochi all’ illegalità.

Con questa manifestazione si chiede , l’ apertura di un tavolo di confronto ,con pari opportunità , con il Governo, nel rispetto dei ruoli, per avviare  un riordino ed una riforma dell’intero settore.

A tutte le associazioni di categoria dei giochi, agli operatori e a tutti i dipendenti e gli addetti del comparto dei giochi pubblici leciti a concordare ed organizzare una manifestazione pacifica nella giornata di venerdi 22 maggio ore 11 nelle maggiori piazza italiane ( una per regione)