Vicenda elezioni regionali 2015: Scagionata Lucrezia Cicia

Lucrezia Cicia: "Non sono mai stata indagata su questa vicenda ma solo sentita dalla DDA come persona informata sui fatti"

Caserta. Svolta nelle indagini relative ai presunti scambi elettorali politico-mafiosi inerenti alle elezioni regionali del 2015.

La Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli ha prosciolto da ogni accusa Lucrezia Cicia, già Consigliere Comunale di Caserta, e candidata alle elezioni regionali del 2015 con la casacca di Forza Italia.

Come si ricorderà, le indagini in merito ai fatti di cui sopra, sono state avviate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, che nel mese di febbraio scorso, ha eseguito  19 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere, 5 ai domiciliari e 2 divieti di dimora). Al momento sono stati rinviati a giudizio 24 imputati.

Quelle indagini, che in un primo momento sembravano coinvolgere anche Lucrezia Cicia, hanno scagionato la stessa da ogni tipo di accusa .

Soddisfatta e felice è apparsa la stessa Lucrezia Cicia: “Non sono mai stata indagata su questa vicenda ma solo sentita dalla DDA come persona informata sui fatti – ha dichiarato – sono felice per questa notizia, soprattutto perchè è arrivata  in un momento particolare della mia vita.

Ho sempre avuto fiducia della magistratura – conclude la Cicia – credo nella giustizia sia terrena che divina. Voglio fare i miei personali complimenti, sia al magistrato dott. Luigi Landolfi che al Gip Dott.ssa Paola Piccirillo, per come hanno condotte le indagini“.