(VIDEO) Per ogni donna, la testimonianza di un’alcolista: il commento del dott. Cacciapuoti e dell’avv. Amandola

La Rubrica di Speranza Anzia Cardillo

Aversa-Rivolgiamo  affettuosi saluti ai lettori che seguono tutti i mercoledì la nostra rubrica ” Per ogni donna”, nata da un’idea di Speranza Anzia Cardillo, dottoressa in giurisprudenza e criminologa. Il tema oggi trattato è il consumo eccessivo di alcool che rappresenta una piaga che da sempre affligge la società. Tale problema sta assumendo dimensioni sempre più vistose e preoccupanti ed é un male comune a tante persone . La storia di oggi ha come protagonista una giovane donna affetta da questo problema che ha dei risvolti davvero molto tristi.

La storia 
“Mi chiamo M. e mi sono sposata quando ero ancora molto giovane. Avevo un marito che mi ha sempre trattata male e tradita tante volte. Soffrivo molto per tutto questo ed il mio malessere diventava sempre più forte, al punto da diventare causa di una forte depressione. Stavo talmente male che spesso facevo uso di alcool e in quantità sempre più abbondanti. Spesso piangevo e poi ad un tratto diventavo aggressiva. Diventavo ogni giorno sempre più intrattabile al punto che nessuno più in casa mi sopportava. A causa del mio stato spesso stavano male anche i miei figli fino, al che un bel giorno rimasi completamente da sola. Ora mi sono decisa, finalmente, a farmi seguire da esperti del ramo e ho tutte le intenzioni di uscirne e di liberarmi del mio problema. Prima di riuscire nel mio intento di guarigione, desidero dare la mia testimonianza a chi si trova nelle stesse condizioni e di sconsigliare a chi sta attraversando un periodo buio di rifugiarsi nell’alcool”.

Commento della domenica Speranza Anzia Cardillo.
La storia raccontata oggi mi fa riflettere anche su un problema di grande attualità: l’aumento del consumo di alcool durante la pandemia. Da circa un anno la vita dell’intera popolazione mondiale è cambiata. Abitudini e stile di vita hanno subito profonde modifiche aumentando la noia vissuta durante il giorno.
Se prima il tempo veniva impiegato in maniera costruttiva oppure ci si poteva dedicare agli amici, impiegare il tempo libero in palestra o in discoteca, adesso non è più così. Il tempo della maggior parte delle persone viene trascorso tra le pareti domestiche e questo comporta un grande malessere generale a livello psicologico. Per questo motivo è aumentato in quest’ultimo anno il consumo di bevande alcoliche un po’ in tutti gli stati del mondo. Tra le fasce che maggiormente ne fanno uso c’è certamente quella dei più giovani e anche tra gli adolescenti questa tendenza é in aumento. Ciò risulta da diversi studi e sta destando davvero tanta preoccupazione in tanti genitori . Contenere il fenomeno é l’unica strada possibile affinché in futuro non ci siano molti più soggetti dipendenti dall’alcool rispetto al presente. Probabilmente una adeguata campagna che possa informare la popolazione, anche con la trasmissione di messaggi forti, relativamente agli enormi rischi per la salute, conseguenti a certe cattive abitudini, potrebbe essere molto utile. Tanti, infatti, sono i mali, anche letali, a discapito di diversi organi del corpo umano che derivano dall’eccessivo consumo di alcool

Commento del dottor Luca Cacciapuoti, sociologo.

VIDEO CACCIAPUOTI    

Avvocato Giulio Amandola, cassazionista e presidente dall’Osservatorio Giuridico Italiano

VIDEO AMANDOLA

Centro Acustico 640×300