Viola il divieto di non tornare in Italia, deve scontare una pena di circa 8 mesi

Il cittadino albanese Topi Alrbet in data 15.07.2010 era stato espulso dal territorio italiano con la prescrizione di non farvi rientro prima di 10 anni. Rientrato illegalmente nonostante il divieto viene arrestato e condannato ad espiare una nuova pena di circa 8 mesi.

CASERTA – Nel corso della giornata di giovedì, 22 agosto 2019, personale della Squadra Mobile di Caserta ha tratto in arresto TOPI Albert1, alias TOPI Elton e TOPI Gashi, poiché colpito da Ordine di Esecuzione per la Carcerazione emesso in data 28.11.2017 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Firenze – Uff. esecuzioni penali, per l’espiazione della pena di mesi 7 e giorni 24 di reclusione.

Il TOPI, a seguito di attività investigativa, era stato arrestato nel 2008, in Firenze, perché trovato in possesso di Kg. 1 di cocaina oltre che ad un bilancino di precisione e circa 1000 euro in contanti. A seguito di condanna, per patteggiamento, alla pena di anni 3 e mesi 6 di reclusione il
cittadino albanese in data 15.07.2010 era stato espulso dal territorio italiano con la prescrizione di non farvi rientro prima di 10 anni.

Il 13.11.2017, però, il TOPI rientrava illegalmente in Italia e pertanto veniva deferito ai sensi dell’art. 13 CO 13 BIS DLGS 286/98. Da questo deferimento scaturiva il provvedimento restrittivo a carico del TOPI, eseguito giovedì mattina, 22 agosto 2019, dal personale della sezione antidroga di questa Squadra Mobile. Terminati gli atti di rito, il TOPI Albert è stato associato presso la Casa Circondariale di S.
Maria Capua Vetere (CE).