Acerra, la Giunta propone al Consiglio comunale di conferire la cittadinanza onoraria alla Sen. Liliana Segre

La Senatrice Liliana Segre, “la cui storia è tutt’uno con quella della città di Acerra, Medaglia d’oro al Merito civile per aver resisto all’esercito nazista”

ACERRA – Con Delibera di Giunta comunale n.7 del 15/01/2020, su proposta del Sindaco di Acerra Raffaele LETTIERI, la Giunta ha deliberato di proporre al Consiglio comunale di conferire la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre. “Per la sua storia personale – si legge nella motivazione – quale monito per la nostra città e per l’impegno e la testimonianza nel mantenere e promuovere la memoria della Shoah, di cui fu vittima, per sconfiggere l’odio e l’indifferenza che oggi, come allora, minano i diritti umani.

La città di Acerra condivide la volontà di Liliana Segre di perseverare nella ricerca di un dialogo ispirato ai principi di libertà, democrazia e rispetto reciproco, impegno che la rende pianamente rappresentativa e rappresentante dei valori storici, presenti e futuri sui quali si fonda la comunità delle persone che costituiscono la città di Acerra”.

Nella premessa della deliberazione si legge anche che “la storia personale di Liliana Segre ripercorre quella del nostro Paese: all’età di otto anni dovette abbandonare la scuola a causa delle legge raziali fasciste, a soli 14 anni fu deportata nel campo di sterminio di Aushwutz… Una donna di una tempra tale da trasformare il suo dramma personale, che le ha rubato l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia, in servizio allo Stato. Nel gennaio 2018 viene nominata Senatrice a Vita dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’impegno di costante, testimonianza diretta di una delle pagine più tragiche della storia.

Una missione, quella di testimoniare l’orrore del nazifascismo che ha sempre portato avanti con dedizione e impegno, con i ragazzi, nelle scuole affinché la vergogna di quegli atti non fosse dimenticata, affinché la sua storia personale non fosse la storia di nessun altro”. La Giunta comunale di Acerra ha anche sottolineato “proprio questa storia, in un preoccupante clima di odio che si è diffuso nel Paese è tutt’uno con quella della città di Acerra, Città Medaglia d’oro al Merito civile per aver resisto all’esercito nazista”.

Nel testo votato in Giunta di proposta al Consiglio, sono stati riportati anche i caratteri fondativi contenuti nello Statuto comunale: “L’azione del Comune di Acerra si ispira in tutti i suo interventi ai valori della vita umana, della pace, dell’ospitalità, della fratellanza fra i popoli, del rispetto e della tutela dei cittadina, dell’attenzione particolare ai più deboli fra essi, dell’equità sociale e della solidarietà che sono valori fondanti della comunità cittadina, ritenendo pertanto di dover accogliere tra i cittadini meritevoli la Senatrice a vita Liliana Segre, per far si che il “suo esempio diventi un riferimento certo per la città nel continuare a difendere la pace, la libertà, e la democrazia”.

La proposta di conferire la cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre, nata spontaneamente dalla comunità civile locale, supportata e promossa da una rete di associazioni territoriali, è stata fin dall’inizio condivisa e sostenuta dall’Amministrazione comunale in quanto in linea con i valori del proprio programma di mandato, ottenendo anche il positivo parere di competenza della conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari.