Acerra – Sforamenti delle polveri sottili, disposto divieto transito mezzi pesanti nel centro storico

La misura interdittiva è stata disposta in attesa di conoscere l’esito delle ispezioni ministeriali all’inceneritore

ACERRA – La misura interdittiva al transito dei mezzi pesanti nel centro storico del Comune di Acerra è stata disposta in attesa di conoscere l’esito delle ispezioni ministeriali all’inceneritore.

· Sullo sforamento delle polveri sottili proseguono gli accertamenti degli agenti della Polizia Municipale sulle diverse possibili sorgenti inquinanti: con l’obiettivo di emettere provvedimenti efficaci e non restrittivi su tutti i veicoli e su tutto il traffico che pare non abbiano risultati concreti, come rilevato nella altre città, il Comandante della Polizia municipale con Ordinanza dirigenziale n. 8 del 2020 ha disposto il divieto di transito nel centro urbano ai veicoli di una massa complessiva a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, in particolare autocarri, autotreni, autoarticolati, autosnodati, autocaravan e trattori stradale mezzi speciali.

E’ stato richiesto l’ausilio del personale dell’ARPA Campania per procedere ad accertamenti all’azienda Friel, nei prossimi giorni toccherà anche alle altre attività operanti sul territorio, sempre in ausilio con l’ArpaC, mentre il Comune di Acerra rimane in attesa di conoscere l’esito dell’ispezione ministeriale nell’inceneritore di Acerra sulla regolarità o meno delle attività dell’impianto.

Attualmente sono in corso controlli dei vigili urbani in centro storico: un extracomunitario fermato senza assicurazione e patente.

· Nell’ambito dei controlli sulla sicurezza nel centro cittadino, effettuati dalla Polizia municipale di Acerra, grazie all’ausilio delle telecamere di videosorveglianza attive anche in pieno centro storico, gli agenti della polizia municipale hanno fermato un cittadino extracomunitario, residente nel centro storico e sottoposto già a foglio di via in un altro paese, che guidava un autoveicolo sprovvisto di assicurazione e di patente.

Questa attività della polizia municipale ha richiesto anche l’intervento della Polizia di Stato. In seguito a questo fermo è stata sottoposta a controlli anche l’abitazione del centro storico che l’uomo aveva locato, nonché le verifiche saranno estese al proprietario dell’abitazione e ai contratti di fornitura sottoscritti dallo stesso locatore.