AGGREDITO GIOVANE A CASERTA. Dilaga la violenza nel centro storico

Gravissima aggressione in Via San Carlo nel cuore della notte: la vittima trascinata sanguinante lungo tutta la strada

Ancora un altro gravissimo caso di aggressione è avvenuto nella notte a Caserta. Precisamente, introno alle ore 3:00, in via San Carlo, un giovane di circa vent’anni è stato malmenato dalla solita gang di turno. Si tratta di un fenomeno che dilaga ormai da tempo nelle giovani comitive, sempre più spesso violente e tendenti a stili di vita criminosa.

Gli aggressori, circa quattro persone stando alle informazioni fornite da nostre fonti accreditate, probabilmente in stato di ebrezza, si sono scagliati contro la giovane vittima procurandogli gravi lesioni. Ma andiamo con ordine.

Dopo la chiusura notturna della gran parte delle attività commerciali del centro città, per motivi ancora non chiari, il giovane, quasi sicuramente casertano, è stato accerchiato e picchiato a sangue. Il tutto avveniva all’altezza del noto bar “Coffea” e della pizzeria “Donna Sofia”. La vittima è riuscita a gridare aiuto dando l’allarme che ha svegliato i residenti. Prontamente un anziano signore, affacciatosi alla finestra dopo essere sobbalzato nel sonno, ha intimato agli aggressori di allontanarsi.

Sentendosi scoperti, i quattro sono rapidamente corsi via, ma dietro di loro trascinavano sanguinate il ragazzo pestato. Per tutta via San Carlo, probabilmente fino all’altezza di Viale Medaglie d’oro, la vittima è stata strattonata e minacciata. Di lui intanto da allora si sono perse le tracce e ancora un’altro grande interrogativo sorge nel cuore di questa Città socialmente degradata e abbandonata al suo triste destino.