AGGRESSIONE IN ZONA INDUSTRIALE A MARCIANISE

E’ stato aggredito e malmenato e e successivamente  trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Marcianise, il tutto appunto dopo il pestaggio subito questa notte. Episodio di violenza inaudita che ha visto coinvolto Pino Grazioli, una persona che stava filmando ed effettuando dei reportage e da alcuni giorni stava ‘pattugliando’ il territorio della cosiddetta Terra dei fuochi alla ricerca di roghi e sversamenti abusivi.

In una di queste perlustrazioni nel mentre si trovava in compagnia di una persona , o per meglio dire un collaboratore in zona del depuratore di Marcianise a filmare alcuni  scarichi illegali, le telecamere del reporter in questione, hanno individuato a quanto pare un furgone che stava sversando in maniera  abusiva del materiale. Tutti gli occupanti della vettura , quattro persone, si sono successivamente  diretti verso il reporter e lo hanno aggredito con calci e pugni prima di scappare dopo l’aggressione dalla zona.

Sulla grave vicenda è intervenuto anche il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che stava seguendo ed accompagnando Grazioli in alcune uscite tra cui lunedì, queste le sue dichiarazioni “Alcuni sversatori abusivi hanno aggredito il giornalista e militante Pino Grazioli mentre effettuava una delle sue perlustrazioni per evitare roghi nella Terra dei Fuochi – ha commentato – lo hanno accompaganto all’ospedale di Marcianise per una serie di controlli. Piena solidarietà e sostegno a Pino per tutto quello che stava facendo a favore dell’ambiente”.