L’Isiss “N. Stefanelli” approda alla Reggia di Caserta nell’evento promosso dalla Antica Distilleria Petrone

Il prestigioso istituto, guidato dal D.S. Giulia Di Lorenzo, e' stata l'unica scuola della Regione Campania ad essere individuata per partecipare a questo evento internazionale

Mondragone. L’ Isiss ” N.Stefanelli”, di cui e’ Dirigente Scolastico la Prof.ssa Giulia Di Lorenzo, approda alla Reggia di Caserta.

Martedi’, 10 dicembre 2019, in occasione dell‘evento promosso dall‘Antica Distilleria Petrone, in collaborazione con Giugiaro Designer, una rappresentanza di studenti dell’IPSEOA  e dell’indirizzo TURISMO, partecipera’  alla presentazione del ” Bicchiere di Bufala”, programmato presso la Casa del Giardiniere di Corte ” Sir John Andrew Grafer”, ubicata all interno del Giardino Inglese .

Gli studenti dello Stefanelli cureranno  l’organizzazione dei servizi di sala, di accoglienza e di sporzionamento al tavolo buffet. A guidare la delegazione il  Docente referente Funzione Strumentale ASL Prof. Pietro Ciriello e il Prof. Luigi Orabona.

Tra i docenti che rappresenteranno l’Isiss ” N.Stefanelli” anche il Prof. Francesco Laratta, esperto di fotografia,  che  immortalera’ i momenti significativi di questo speciale evento.

Interverranno Tiziana Maffei, direttore della Reggia di Caserta, Andrea Petrone, CEO dell’Antica Distilleria Petrone, e il designer Fabrizio Giugiaro. Modererà l’incontro la giornalista Laura Gambacorta.

E’ una straordinaria opportunità di crescita professionale ed umana che si presenta ai nostri giovani: partecipare ad un Evento internazionale da protagonisti, confrontandosi con invitati, autorità e stampa accreditata– dichiara il Dirigente Scolastico Giulia Di Lorenzo-  La scuola che rappresento è stata individuata, unica tra tutte le scuole della nostra Regione Campania, per dare un valido contributo alla riuscita di questa manifestazione. Gli studenti del litorale domitio, in un percorso di formazione professionale, devono cogliere queste occasioni per migliorare a livello umano e confrontarsi con chef stellati e aziende enogastronomiche di grande rilievo “.

E’ raggiante la Preside Di Lorenzo  nel presentare la trasferta di docenti ed allievi in vista dell’Evento di presentazione del Bicchiere Bufala .

Riteniamo – aggiunge – che il turismo  enogastronomico  sia una delle strade da percorrere per la promozione del  nostro stupendo territorio e per la valorizzazione dei  suoi inimitabili prodotti tipici, oltre che per  il conseguimento di una eccellente  professionalita’ dei nostri giovani . Gli eventi culturali svolgono oggi un ruolo importante  nella formazione e nel potenziamento del turismo enogastronomico e degli studenti”.

Enogastronomia e cultura sono quindi due facce della stessa medaglia  conclude la Di Lorenzo-  La mission del nostro istituto è prestare attenzione all’aspetto culturale sia di una destinazione sia di un artefatto del nostro territorio  e fare si’ che gli studenti esprimano  anche nel cibo quella parte di esperienza e dimensione culturale”-

Appena Andrea Petroneconferma il Prof Pietro Ciriello-mi ha chiesto di far parte del Comitato Organizzatore, ho subito proposto al DS Giulia Di Lorenzo la partecipazione della nostra scolaresca , ottenendo immediatamente disponibilita’  e mezzi per presentarci al meglio a  questo importante appuntamento. Altrettanta disponibilita’ ho trovato nella referente dell’indirizzo IPSEOA, prof.ssa Assunta Tramonti, nella referente dell’indirizzo Turistico, prof.ssa Maria Miraglia e nella Funzione Strumentale “Viaggi e lezioni fuori-sede”, prof.ssa Ilenia Lubrano. La riuscita della nostra partecipazione, in ogni modo, la si deve solo alla professionalità di docenti ed alunni, entusiasti protagonisti “. 

Il  nostro istitutocontinua  Ciriellolavora sul territorio per fornire ai giovani una professionalita’  che vada oltre il prodotto culturale regolarmente offerto al fine di affiancare  i valori sociali, locali e paesaggistici alla buona gastronomia depositaria della cultura del luogo. Il  turismo enogastronomico  – conclude–  e’ il biglietto da visita della nostra scuola: esso contribuisce in modo corposo alla crescita economica del territorio, allo scambio culturale tra persone residenti in zone differenti ed infine, ma non da ultimo, alla creazione di centri di aggregazione sociale“.

                                                                                              L’ Evento 

La Casa del Giardiniere  sita nella  Reggia di Caserta, generalmente chiusa al pubblico e aperta in occasione di questo appuntamento, ha un valore simbolico importante in quanto è situata all’interno del settecentesco Giardino Inglese da cui provengono le erbe e le essenze impiegate dall’Antica Distilleria Petrone per realizzare l’AmaRè, il primo e unico “amaro della Reggia”.

Al termine della presentazione è previsto un percorso di degustazione a cura di tanti artigiani del gusto. Saranno presenti con i loro prodotti i Consorzi di tutela della mozzarella di bufala campana Dop, della ricotta di bufala campana Dop e della melannurca campana Igp, nonché l’OP Domitia Felix e le aziende agricole Domenico De Lucia, Cosmo Di Russo e Le Campestre.

Gli assaggi salati saranno realizzati dagli chef Paolo Barrale, Andy Luotto e Mattia Poggi, mentre la parte dolce sarà a cura di Nino Cannavale, Helga Liberto, Casatiè Petrone 1960, Profumo di Pane, Cuori di Sfogliatelle e Pasticceria Benito.

I vini proposti degustazione, serviti dai sommelier dell’AIS Delegazione di Caserta, saranno del Consorzio VITICA e delle aziende Feudi di San Gregorio e Le Manzane.

Diversi anche i barman che realizzeranno cocktail con i liquori della Distilleria Petrone: Roberto Onorati, Salvatore D’Anna, Giacomo Sera, Francesco Conte, Domenico Barra e Salvatore Mosca.

Il caffè sarà a cura di Espresso Napoletano.

All’evento partecipano  anche l’Accademia Italiana della Gastronomia Storica, Rastal Italia, il Maestro violinista Ciro Formisano.

La giornata si concluderà con le visite guidate al Giardino Inglese e alle Tombe sannitiche chiuse da circa 15 anni e in apertura straordinaria per l’occasione.