BUFALA VILLAGE AI GIARDINI DI MARIA CAROLINA DI CASERTA

Ai giardini Maria Carolina una tre giorni all'insgena della mozzarella DOP, prodotti gastronomici e molto altro

Il Bufala Village apre le porte a tutti i casertani e non solo il 31 maggio, tra gli ospiti previsti ci sarà anche Franco Pepe, il pizzaiolo della pizzeria ‘Pepe in Grani’ che ha ottenuto numerosi riconoscimenti ad inaugaurare la kermesse il giorno 31 maggio dalle ore 10.00,  alla fine del mese nei giardini di Maria Carolina a pochi metri dalla Reggia di Caserta.

Il Bufala Village nasce per valorizzare e rendere omaggio a questo particolare animale ossia la bufala, apprezzata per il suo latte da cui nasce la Mozzarella di Bufala Campana Dop. Ma la kermesse sarà anche un’ occasione per conosce gli altri prodotti,  sarà possiblie degustare alimenti quali carne, formaggi, liquori e non solo nei giorni appunto del 31 maggio, 1 e 2 giugno duante tutta la giornata.

Nella 3 giorni di evento ci saranno momenti di degustazione, convegni e incontri con operatori del settore.

Non mancheranno, a cura del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, dimostrazioni sulla lavorazione della mozzarella e sulle particolari tecniche della filatura.

Durante la kermesse protagoniste saranno anche le scuole per capire anche come nasce la produzione di mozzarella e non solo saranno allestiti numerosi stand tra cui 20 bufale saranno presenti all’evento fieristico.

A tal proposito ecco le dichiarazioni di uno dei membri dello staff organizzativo «Bufala Village vuole essere soprattutto un’occasione per trasmettere  il principio di mangiare sano e vivere nel rispetto dell’ambiente – ha affermato Antimo Caturano, uno degli organizzatori dell’evento – Siamo partiti dalla convinzione che la conoscenza delle radici culturali del territorio rappresenti un elemento fondamentale nel processo formativo; abbiamo perciò pensato a una fattoria didattica ispirata a una visione pratica dell’apprendimento, basato sull’osservazione e sulla scoperta, grazie al quale i visitatori  avranno la possibilità di mettersi in rapporto con la natura nelle sue molteplici sfaccettature».