Casapesenna (CE). Il Sindaco De Rosa rescinde il contratto con Leucopetra S.r.l. e proclama un’emergenza igienico-sanitaria, ma l’Azienda continua a lavorare senza aver percepito ancora i pagamenti dallo scorso marzo. Guarino(FLAICA): “Cittadini, i veri penalizzati da questo business.”

di Giovanni Luberto

 

CASAPESENNA (CE). A Casapesenna è prevista un’emergenza igienico sanitaria a far data dal 30 luglio fino al 18 agosto.
Questo è quanto è stato appreso nell’Ordinanza n.15 del 26/07/2018 pervenuta direttamente dal Comune di Casapesenna.
“Sembra una fake news, in realtà è tutto vero.” – afferma il Segretario della F.L.A.I.C.A. Giovanni Guarino.

Il Sindaco De Rosa, infatti, in attesa che venga aggiudicata la gara avrebbe provveduto a risolvere il contratto con la Leucopetra, motivando la risoluzione attraverso un’ordinanza sindacale contingibile ed urgente ai sensi dell’art.191 della Testo Unico Ambientale.
Nel documento verrebbe espressamente denunciato un’interruzione del servizio di raccolta, ma smentita seccamente dai lavoratori che il sindacato avrebbe avuto modo di contattare. Gli stessi, opererebbero regolarmente ogni giorno sul cantiere di igiene ambientale di Casapesenna.
“Quello che realmente ci risulta, invece, è che gli operatori ecologici nonostante la mancata corresponsione della retribuzione di giugno e della quattordicesima, con grande senso di responsabilità stanno comunque provvedendo alla pulizia del territorio.” – denuncia lo stesso Guarino. Poi continua affermando – “Immaginiamo che forse il Sindaco abbia confuso i disservizi, con i rallentamenti di conferimento della
frazione secco indifferenziato, dovuti alle note difficoltà che stanno interessato lo S.T.I.R. di S. Maria C.V., determinando code chilometriche e rallentamenti nella raccolta in tutta la Provincia di Caserta.
La FLAICA CUB, a differenza di qualche altra organizzazione sindacale, non ha mai sostenuto o preferito per questa piuttosto che quell’altra azienda, o quell’altro Sindaco o ancora partito politico, restando ben
ancorata al principio per cui si fonda questa Organizzazione Sindacale che è la salvaguardia dei diritti dei lavoratori, dello Statuto dei Lavoratori, e della Costituzione Italiana.”
La Leucopetra S.r.l. avrebbe correttamente onorato tutti i pagamenti fino qui percepiti dai lavoratori, nonostante il debito accumulato
con il Comune di Casapesenna. In occasione di un recente incontro, infatti, l’azienda avrebbe già fatto presente che dal mese di marzo cominciavano a non pervenire più pagamenti dal medesimo Comune.
“Sembra davvero difficile risollevare le sorti di questo settore – conclude il Segretario G. – soprattutto nella nostra Provincia, sempre più in mano a persone inesperte che senza un briciolo di buon senso si preoccupano di eludere le proprie responsabilità piuttosto che concentrare i loro sforzi affinché si incrementino le percentuali di raccolta differenziata e si possa finalmente abbassare la tariffa sui rifiuti ai cittadini, i veri penalizzati da questo business.”