Caserta –Al Teatro Izzo va in scena la commedia brillante “Non ti conosco più” per la regia di Fausto Bellone

Domenica, 22 dicembre 2019, con inizio alle ore 19:00, presso il Teatro “IZZO” in Via Kennedy a Caserta, andrà in scena, a cura della Compagnia teatrale “Non solo Sipario”, la commedia brillante di Aldo De Benedetti dal titolo: “Non ti conosco più” per la regia e adattamento di Fausto BELLONE

CASERTA – Domenica, 22 dicembre 2019, con inizio alle ore 19:00, presso il Teatro “IZZO” in Via Kennedy a Caserta, andrà in scena, a cura della Compagnia teatrale “Non solo Sipario”, la commedia brillante di Aldo De Benedetti dal titolo: “Non ti conosco più” per la regia e adattamento di Fausto BELLONE. Gli artisti che vi faranno morire dal ridere sono: Domenico BOTTONE, Mary CASTELLANO, Rossella di LUCCA, Aldo ERRICHIELLO, Antonio OLIVA, Emilio SALVATORE. “NON TI CONOSCO Più!” è una commedia brillante in due atti scritta da Aldo De Benedetti.

È una classica commedia degli equivoci, che vanta innumerevoli messe in scena nonché un indimenticabile adattamento cinematografi co datato 1980, con Monica Vitti, Johnny Dorelli e Gigi Proietti, per la regia di Sergio Corbucci. L’avvocato Malpieri, giovane, aitante ed affermato, è sposato con Luisa, elegante e raffinata e che, improvvisamente, perde la memoria. Interverranno, un noto psichiatra e una zia inglese, una governante sui generis ed una frizzante dattilografa. Come andrà a finire?

Aldo De Benedetti, che riscosse vasti consensi tra il 1930 e il 1938 per le sue commedie comico sentimentali tipiche del cosiddetto “Teatro e cinema dei telefoni bianchi”, alieno da qualsiasi impegno socio-politico-culturale, scrisse “Non ti conosco più” nello stesso anno in cui rappresentò un altro suo brillante lavoro “Gli uomini che mascalzoni”. Ambedue le pièce passarono in breve dal palcoscenico al cinema, per tornare poi nuovamente alla ribalta.

Tali commedie avevano l’unico scopo di divertire gli spettatori e di solito trattavano epidermiche vicende dell’eterno triangolo marito-moglie-aspirante amante”. La Compagnia teatrale “Non solo Sipario” è una realtà artistica che nasce dalla precisa volontà di “emozionare” attraverso le immagini, i testi, le voci e le storie. Una compagnia di artisti che punta dritta al cuore del proprio pubblico. Oggi con una risata, domani con una lacrima, domani ancora con una tragica pulsione.

Alla ricerca attoriale e personale della “realtà” e della “logicità” trasposte nel recitato. Composizioni ed affreschi scenici “reali” e “biografici”. Un teatro che vuol essere principalmente “riproduzione di sé”. “I nostri spettacoli” – ha affermato Fausto Bellone – “sono allestibili in teatri, scuole, chiese, piazze, associazioni culturali, pub, locali per cerimonie, agriturismi, stabilimenti balneari, sale conferenza. Sono piccoli affreschi di vita quotidiana e condivisibili. Storie, luoghi fisici e figurati in cui poter vivere, sulla propria epidermide emotiva, la sensazione “dell’esserci stati”; mosaici emotivi sostenuti da impegnata preparazione tecnica e ricerca attoriale e autoriale del “perché” celato dietro le azioni sceniche”.