Caserta – Cambiamo!, la prima riunione organizzativa di Zinzi con amministratori e quadri

Zinzi: “A Caserta classe dirigente pronta al rilancio del centrodestra”

CASERTA – Venerdì sera, 8 novembre 2019, presso l’hotel Royal di Caserta, il consigliere regionale Gianpiero ZINZI ha incontrato amministratori e quadri per dare avvio sui territori alla fase di organizzazione di CAMBIAMO!, il partito che a livello nazionale fa riferimento al governatore della Liguria, Giovanni TOTI.

Erano presenti, tra gli altri, i candidati di Forza Italia alle scorse Regionali, Giuseppe Greco e Nicla Virgilio, l’ex assessore provinciale, Giuseppe Mariniello; i consiglieri comunali di Caserta Nicola Garofalo, Emilianna Credentino, Alessio Dello Stritto e Massimiliano Marzo insieme a Rino Zullo, Giuseppe Cuscunà e Donato Affinito;

il consigliere comunale di Marcianise Antimo Zarrillo insieme a Carmen Foglia Franco Zinzi e Giulio Salzillo; la consigliera comunale di Santa Maria Capua Vetere, Mariella Uccella; i consiglieri comunali di Maddaloni Giuseppe Magliocca e Giuseppe Carfora; i consiglieri comunali di Mondragone, Giovanni Schiappa, Pasquale Marquez, Valerio Bertolino, Antonio Pagliaro ed Alessandro Pagliaro,

insieme ai già amministratori Daniela Lumia, Giuseppe Iandico, Federico Pellegrino, Salvatore Pacifico ed Ermanno Miraglia ed ai dirigenti politici Antonio Sassonia, Michele Nuzzi ed Antonio Sperlongano; il candidato sindaco di Aversa Gianluca Golia in compagnia degli ex amministratori Augusto Bisceglia ed Elia Barbato; il sindaco di Caiazzo e consigliere provinciale Stefano Giaquinto; i consiglieri di Capua Pietro Caruso e Michele Giugno; l’ex consigliere comunale di Capua Fernando Brogna; il consigliere comunale di Santa Maria a Vico Giancarlo Bernardo; l’assessore di Santa Maria a Vico, Veronica Biondo; la consigliera comunale di Piedimonte Matese, Mariolina Bisceglia; i consiglieri comunali di Sessa Aurunca, Alberto Verrengia e Mario Truglio; l’ex assessore provinciale Giuseppe Rocco;

il sindaco di Castello del Matese, Tonino Montone; il sindaco di Calvi Risorta, Giovanni Lombardi; il consigliere comunale di Pignataro Maggiore, Piergiorgio Mazzuoccolo; la presidente del Consiglio comunale di Vitulazio Maria Laura Venoso ed il consigliere comunale Pasquale Cammuso; il consigliere comunale di Curti, Silvestro Nacca; l’assessore del comune di Valle di Maddaloni, Raffaella Coscia; i consigliere comunali di Casagiove Domenico Ianniello, Giovanni Russo e Francesco Ferraro; la consigliera comunale di Parete, Tina Pezone; il presidente del Consiglio comunale di Capodrise, Vincenzo Negro; il consigliere comunale di Recale, Mario Caporaso; il consigliere comunale di Falciano del Massico, Geppino De Santis; l’assessore di Casal di Principe, Antonio Schiavone; l’assessore del Comune di Gricignano d’Aversa, Filomena Iuliano; il consigliere comunale di Macerata Campania, Giuseppe Pagano;

il consigliere comunale di Trentola Ducenta, Michele Apicella. In sala anche l’ex questore Natale Argirò, Marco Marrandino da Cesa; Guido Di Leone di Cellole; Angelo Lettera di Sant’Arpino; Antonio Piccirillo di Portico di Caserta; Giuseppe Policarpio da Villa Literno; Gennaro Di Bonito e Silvestro Diana da San Cipriano d’Aversa; PIERLUIGI SCHIAVONE e PIO VINCENZO FEOLA da SAN NICOLA LA STRADA; Alberto di Monaco da Roccaromana; l’ex vice sindaco di Casapulla Miriam Fortunato; l’avvocato Angela Del Vecchio.

Nel corso dell’incontro programmatico si sono registrati interventi e testimonianze di impegno su temi comuni che saranno al centro del lavoro delle prossime settimane. “La grande partecipazione e l’entusiasmo percepito” – ha dichiarato Zinzi, riferimento regionale di CAMBIAMO! – “farà la differenza all’interno del centrodestra. Con CAMBIAMO! abbiamo l’opportunità di rappresentare quell’area moderata che per lungo tempo non ha avuto spazi di rappresentanza adeguati. Lo scenario politico attuale, regionale e locale, impone un cambio di rotta partendo proprio dai territori che devono tornare ad essere al centro di ogni scelta e programmazione. Con queste premesse nelle prossime settimane nasceranno gli organismi provinciali e i primi coordinamenti cittadini”.