CASERTA, CONSIGLIO COMUNALE. Scioglimento della seduta da record, entro fine mese la prossima convocazione

Sulla questione abbiamo interpellato anche il Consigliere comunale Alessio Dello Stritto, del gruppo consiliare Zinziano "Caserta nel Cuore", che inspiegabilmente non ha voluto rilasciarci dichiarazioni

CASERTA – Si è svolto questa mattina in quel di Palazzo Castropignano il Consiglio comunale in seconda convocazione. Molti i punti all’ordine del giorno, altrettanti i consiglieri che hanno deciso di non prendere parte alla seduta consiliare che è potuta iniziare solo alle ore 10:30 circa.

Dopo aver approvato il verbale della seduta precedente, si è passati alla discussione sul Contributo Regionale per il Sistema Museale e dunque della variazione di bilancio per maggiore entrata, che ha visto come relatore l’Assessore alle Finanze Federico Pica. A seguire il Conferimento della Cittadinanza onoraria al 21° Reggimento Genio Guastatori e la discussione riguardo il collegamento viario tra Via “A.Volta” e Via “R.Carcas”, nell’ambito del programma per la messa in sicurezza delle reti stradali della città. Infine la mozione presentata dal Consigliere comunale Mario Alessandro Russo sul recepimento delle norme del Codice di Amministrazione Digitale.

Intorno alle ore 12 circa si è provveduto a chiedere una sospensione di 5 minuti per dare agio ad eventuali assessori a prendere parte alla seduta consiliare, ma alla ripresa il Consiglio comunale è stato sciolto per assenza di numero legale. Non è la prima volta che si verifica una situazione del genere, ma certamente la seduta di oggi, durata poco più di un’ora, rimarrà negli annali del Comune.

«Mi sembra che il politically correct non appartenga a questo Consiglio purtroppo – ha dichiarato il Consigliere di opposizione Antonello FabrocileLe interrogazioni e le interpellanze, fondamentali per sollecitare degli interventi puntuali sulle problematiche più vive, sono andate per l’ennesima volta in cavalleria. Quello che mi infastidisce è la mancanza di rispetto che di fatto si appalesa nei confronti del Consiglio e soprattutto nei confronti della minoranza consiliare. E’ l’ennesima brutta pagina di questa Amministrazione, sono molto amareggiato perchè ci sono molte problematiche che vanno risolte in città ed il lavoro delle Commissioni non viene assolutamente preso in considerazione. In questo modo non si va da nessuna parte».

Sulla questione abbiamo interpellato anche il Consigliere comunale Alessio Dello Stritto, del gruppo consiliare Zinziano “Caserta nel Cuore”, che inspiegabilmente non ha voluto rilasciarci dichiarazioni.