Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

CASERTA. Costagliola (Terra Nostra), il cementificio Moccia continua ad inquinare l’aria delle periferie casertane

di NUNZIO DE PINTO

Costagliola (Terra Nostra), il cementificio Moccia continua ad inquinare l’aria delle periferie casertane

CASERTA – Il cementificio Moccia continua ad inquinare l’aria delle periferie casertane e non solo. Nonostante il passare degli anni, le lotte dei comitati e del mondo dell’associazionismo, le diverse leggi emanate in favore dell’ambiente, e le denunce, continuano le irregolarità palesi . Il cementificio ha una struttura danneggiata da eventi meteorologici che  risulta  oramai aperta e dove vi è una lavorazione a secco del prodotto . Da questo sito emana un polverio intenso che si aggrava come impatto ambientale soprattutto di notte ed i fine settimana. Complice le pressioni particolari dell’atmosfera in questo periodo di caldo, su San Clemente e le altre frazioni aleggia un inquinamento fortissimo. Una condizione che non può essere nemmeno monitorata, visto che le centraline costruite non sono mai state attivate in collegamento con l’ENEL. È evidente che necessita la chiusura del sito con adeguata coibentazione delle pareti. Tutto questo nel silenzio assoluto delle autorità preposte. Una situazione che dovrà essere di nuovo portata all’attenzione delle istituzioni  dall’Associazione Terra Nostra che, con il presidente Pasquale Costagliola, sta preparando una documentazione sugli abusi da presentare al sindaco e non solo.

 

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale