INCIVILTA’ A CASERTA. RUBATO IL DEFIBRILLATORE DI PIAZZA GRAMSCI

Le reazioni degli Assessori Piazza e Casale

Incivilta’ a Caserta. Questa mattina,  domenica 19 gennaio 2020, in Piazza Gramsci, gli Ausiliari della Sosta TNP  hanno rinvenuto rotto il vetro della custodia preposta a contenere il defibrillatore che e’ risultato essere stato rubato da ignoti.

Un atto di inaudita civilta’ che vanifica tutti gli sforzi della citta’ di Caserta tesa a migliorare le sue condizioni di vivibilita’.

La redazione di Belvederenews ha provveduto a contattare immediatamente l’Assessore Emiliano Casale che ha affermato di non essere a conoscenza dell’accaduto.

Intensi la delusione e lo sconcerto di  Casale nell’apprendere quanto accaduto .

Sono amareggiato -ha detto- nel constatare che atti di simile incivilta’ si verifichino proprio nella nostra citta’  dove quotidianamente cerchiamo di superare  i problemi legati soprattutto alla sicurezza pubblica”.

In ogni caso – ha aggiunto Casale– mi attivero’ per individuare gli autori di tale nefandezza“.

Da noi contattato anche l‘Assessore Raffaele Piazza  con delega allo Sviluppo della sicurezza cittadina e Videosorveglianza.

Mi sono gia’ attivato – ha detto Piazza – per ripristinare in Piazza Gramsci il defibrillatore . Il mio prossimo impegno e’ proprio quello di evitare che questi episodi incivili continuino a verificarsi a Caserta  attraverso un piu’ articolato progetto di sviluppo della sicurezza cittadina ed un efficace sistema di videosorveglianza”.

Il defibrillatore  era stato istallato, su proposta di Emiliano Casale, nel mese di aprile 2019, nell’ambito del progetto denominato “Città Cardioprotetta”: in quella occasione era stato presentata  la postazione DAE – Defibrillatori Semiautomatici – sistemati proprio in Piazza Gramsci , nei pressi dei Giardini della Flora, su iniziativa delle Associazioni ” Oltre ” e “Param.Ba.”, enti formativi accreditati dalla Regione Campania ai fini dell’ attuazione del programma unico regionale per la diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni ( decreto n.141 del 29.10.2015 e decreto n.1 del 18.01.2019).