Caserta. Eventi e Cultura: il grande successo della Giunta Marino

A pochi giorni dalla presentazione della 47ma edizione di Settembre al Borgo Caserta Caserta risulta la prima citta' in Campania sul fronte della spesa per il finanziamento di eventi e spettacoli superando anche Napoli e Salerno.

Caserta. E’ cominciato il conto alla rovescia per  la  47ma edizione  di ” Settembre al Borgo”, rassegna internazionale di arte, musica e spettacolo che si svolge ogni anno  nel borgo medievale di Casertavecchia.

Uno scrigno prezioso  per la citta’ di Caserta, che , puntualmente, al finire del mese di agosto, apre le sue suggestive porte ai visitatori per offrire perle di cultura e di sapiente creativita’.

Martedi’ 27 agosto 2019,  alle ore 12.00 si svolgera’ a Palazzo Castropignano la conferenza stampa di presentazione di Settembre al Borgo 2019, per il secondo anno consecutivo affidato alla Direzione Artistica del Maestro Enzo Avitabile.

Come si ricordera’, all’indomani del suo insediamento, nel 2016, la giunta Marino non solo ripristino’ la rassegna ” Settembre al Borgo”, che per decenni era stata prima gestita dall’Ente Provincia di Caserta e poi interrotta per mancanza di fondi, ma fece anche in modo che l‘intera manifestazione, che si avvale di finanziamenti regionali, fosse coordinata non piu’ dalla Provincia ma dal Comune di Caserta.

Un successo senza precedenti di questa amministrazione che, con il Sindaco Carlo Marino e con gli Assessori Emiliano Casale e Tiziana Petrillo, rispettivamente Assessore ai Grandi Eventi ed Assessore alla Cultura, si sono posti l’obiettivo di trasformare la citta’ di Caserta in un salotto culturale in grado di accogliere visitatori amanti  non solo delle bellezze architettoniche,  ma anche dell’arte, della musica, dello spettacolo.

Ma non e’ tutto.

E’ di queste ore la notizia che Caserta sia diventata la prima citta’ in Campania sul fronte della spesa per il finanziamento di eventi e spettacoli superando anche Napoli e Salerno.

Nella giornata di oggi, 21 agosto 2019,  il Sole 24 ore ha pubblicato  una interessante classifica generale dell’indice del tempo libero.

La citta’ di Caserta risulta essere al 92mo posto  ma con dei picchi interessanti nella densita’ turistica – 76mo posto– e nella ricettivita’ turistica70mo– .Dodici  gli indicatori :  l’attrattivita’, la diffusione di bar e ristoranti, di librerie, di agriturismi, l’offerta in termini di spettacoli ,ma anche la spesa del cittadino al cinema o al Teatro, densità turistica, permanenza media nelle strutture , ricettività e natura , concerti, mostre ed esposizioni, sport.

La Provincia di Caserta e il suo capoluogo tre anni fa nella classifica generale erano ultime, al 107 esimo posto.

Sono sincero – afferma  Carlo Marino – nel 2016 ero sindaco della città capoluogo da poche settimane ed ero un po’ preoccupato del futuro. Oggi dopo tre anni di lavoro i risultati del nostro impegno si cominciano a raccogliere“.

La strada è’ tracciata- continua –  l’attivismo delle forze sociali ,  di quelle imprenditoriali ed  istituzionali ,   in piena sinergia, con il lavoro delle forze dell’ordine sta ottenendo i suoi risultati . Le nostre comunità sono più consapevoli della grande occasione di essere terra di bellezza“.

Va ricordato, infatti, che numerosi  sono gli eventi e gli spettacoli patrocinati dall’amministrazione comunale di Caserta, sia nel periodo estivo che in quello invernale; manifestazioni che, va detto, hanno la capacita’ di coniugare la valorizzazione dei siti culturali con le eccellenze artistiche ed enogastronomiche del nostro territorio.

Questi risultati si raggiungono non certamente per caso , ma con lavoro determinato e soprattutto con la passione del fare.

Una soddisfazione questa che è arrivata grazie ad un lavoro svolto  in piena sintonia fra i due assessorati interessati, quello dei Grandi Eventi guidato  da Emiliano Casale, e quello alla Cultura coordinato da  Tiziana Petrillo.

I due giovani Assessori hanno, fin dall’inizio del loro mandato, operato in completa sinergia per assicurare al territorio casertano eventi che ne valorizzassero ogni particolare.

Gli eventi – ha dichiarato l’Assessore Emiliano Casale – non sono soltanto una festa, ma devono avere la capacita’ di riannodare i vari settori della comunita’,da quello del divertimento a quello dei trasporti, da quello della ricettivita’ a quello del commercio. Gli eventi devono essere in grandi di trasformare la citta’ in un salotto accogliente nel quale il cittadino si senta finalmente padrone di casa “.

Ogni evento- continua l’Assessore Tiziana Petrillo – esprime la storia e la cultura del territorio: l’evento, in quanto tale,  tuttavia, non solo deve essere in grado di dare vita alle tradizioni di un popolo, ma deve essere anche lo strumento per  aprire le porte a nuovi spiragli di cultura, a nuovi orizzonti artistici e valoriali che diano voce a sensibilita’ diverse accomunate dalla coltivazione dei saperi”.

Insomma, un successo a tutto tondo per il Sindaco Marino e per gli Assessori Casale e Petrillo. In attesa di conoscere il palinsesto di Settembre al Borgo e degli eventi e degli spettacoli che riscalderanno il cuore dei Casertani nella stagione 2019/2020.