CASERTA. I quindici anni di LiberaLibri alla Feltrinelli con Mons. Nogaro, Lucente, Balestra, Broccoli, Grilletto, Mazzarella e Conte

di NUNZIO DE PINTO

I quindici anni di LiberaLibri alla Feltrinelli con Mons. Nogaro, Lucente, Balestra, Broccoli, Mazzarella e Conte

CASERTA – Si è svolto alle ore 11.00 di domenica, 15 ottobre 2017, giorno della nascita di Italo Calvino, uno dei maggiori scrittori italiani, il quindicennale della nascita dell’Associazione Culturale casertana “LiberaLibri” presso uno dei maggiori luoghi di cultura di Caserta: la Libreria “Feltrinelli”, sita in Corso Trieste 156. Si è trattato di una manifestazione con molti Amici e personalità di fama e di prestigio che seguono da quindici anni i grandi passi compiuti in tutto questo tempo dall’associazione. Fra di essi c’erano: Mons. Raffaele Nogaro, indimenticato Vescovo di Caserta, Marilena Lucente scrittrice ed insegnante, Aldo Balestra giornalista del quotidiano “Il Mattino”, l’on. Paolo Broccoli, la professoressa Antonia Mazzarella e l’insegnante Silveria Conte, il Tenente Colonnello dell’Esercito Antonio Grilletto. Nel corso della sobria ma significativa cerimonia sono intervenuti anche i giovani della Fabbrica Woytila che hanno letto l’incipit del libro “Se una notte d’inverno uno scrittore”. Nel corso della manifestazione, il Presidente di “LiberaLibri” di Caserta, il professore Vincenzo De Rosa, ha consegnato tre menzioni d’onore per il loro contributo alla Cultura a: Aldo Balestra, Marilena Lucente ed alla casa editrice “Spartaco”. Sono state anche rilasciate diverse Tessere Oro ai responsabili nazionali del progetto “Nati per Leggere”, all’associazione “Bianconiglio”, nonché agli amici di LiberaLibri che hanno contribuito a reperire i libri “da liberare”: Massimiliano Di Leva, Giulio De Monaco, Antonio Grilletto, Stefano Gubinelli, la libreria “La Feltrinelli” e per il loro aiuto per la divulgazione della lettura. Presenti nella libreria anche le opere Adolfo Capuano e Gerardo Del Prete. Nell’occasione del quindicennali sono stati “liberati” in contemporanea 15 libri nella città di Cassino per il legame con la Biblioteca dell’Abbazia di Montecassino, per oltre mille anni la più importante Biblioteca del Mondo Medievale, a Cagliari, città in cui Liberalibri, attraverso Radiotre Fahrenheit, il 5 agosto 2013, fu menzionata come una delle maggiori associazioni di bookcrossing d’Italia e poi ancora a Roma, Trieste per la citazione di Calvino nelle Città Invisibili e per la sua importanza come crocevia della cultura germanica, anglosassone e latina e a Napoli come città di legame tra oriente e occidente, come città latina e greca. E perfino a Barcellona in Spagna perché in questo momento di separazione i libri offrono sempre la loro risoluzione.