Caserta. IL PD a Carlo Marino “Questo Sindaco non ci appartiene”

di GIOVANNA PAOLINO

Tensione al Comune di Caserta. Questa mattina la maggioranza consiliare avrebbe definito ulteriormente la spaccatura al suo interno :  se, da un lato , il tanto atteso rimpasto a favore dei Federati e di Obiettivo Comune ,  non arriva, dall’altro lato ad alzare gli scudi contro il Sindaco Carlo Marino ci si sarebbe messo anche il Pd , che ,  attraverso il capogruppo  Andrea Boccagna, avrebbe affermato : ” Questo Sindaco non ci appartiene ” .

Il Sindaco , intanto, procede per la sua strada : da solo , in conformità al suo programma elettorale, anticipa strategie  per quanto riguarda i servizi sociali e i lavori pubblici anche se gli assessori al ramo – e qui casca la coalizione-  a tutt’oggi non vengono  ancora nominati.

Il Pd , dunque , prende le distanze da Carlo Marino del quale, comunque, sponsorizza l’elezione alla carica di Presidente della Provincia di Caserta.

Secondo indiscrezioni il Pd di Caserta sarebbe intenzionato a ” spedire ” il Sindaco alla guida dell’ente intermedio per consentire a qualche suo esponente – circola il nome dell’Assessore Franco De Michele – di essere nominato ” vicario facente funzioni al Comune di Caserta”.

Ma non e’ tutto.

Sembra che la squadra casertana del Pd abbia gia’ pianificato le future campagne elettorali : Enrico Tresca, Segretario del Circolo Pd cittadino, dovrebbe essere il candidato del partito alla prossime elezioni politiche , mentre Franco De Michele sarebbe intenzionato  a candidarsi , e questa a volta a vincere , alla carica di Consigliere  Regionale.

Novita’  sembra che ci siano anche per Gianfausto Iarrobino, valente medico chirurgo , al quale pare sia stato proposto di entrare nel Pd.  Intanto , il Dott. Iarrobino pare che sia stato trasferito  dall’Ospedale di Caserta Sant’Anna e San Sebastiano all’Ospedale di Aversa pronto a sostituire l’attuale Primario in procinto di andare in pensione.

Per il momento e’ tutto . Al di la’ dei rumors si tratta di vedere se e come questa amministrazione comunale supererà la prova piu’ difficile : l’approvazione del bilancio, che rimane , a Caserta, l’atto amministrativo e politico piu’ inquietante.