CASERTA, OSPEDALE SANT’ANNA E SAN SEBASTIANO , RIFIUTI E INCURIA AL PRONTO SOCCORSO OSTETRICO E GINECOLOGICO. PRESIDENTE DE LUCA CORRI A VEDERE COSA SUCCEDE !!!!

di GESUALDO NAPOLETANO  e di GIOVANNA PAOLINO

CASERTA. Nonostante  la nomina del nuovo Direttore  Generale, il Dott. Mario Nicola Vittorio Ferrante, l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta  continua a rimanere nel degrado e nell’incuria  senza tutelare in alcun modo la salute dei pazienti e dei visitatori.

Stiamo parlando, in particolare,  del Pronto Soccorso Ostetrico e Ginecologico  dell’Ospedale Civile di Caserta , che ieri sera, 18 luglio 2017, versava nello stato indicato dalle  fotografie allegate al presente articolo e  delle quali siamo in possesso grazie ad una segnalazione pervenuta alla nostra redazione.

Un vero e proprio  porcile  , nel quale gli adulti, senza alcun rispetto delle  statuizioni normative, fumano  in continuazione senza alcun rispetto dei   bambini appena nati  che ivi passano per  essere condotti  dal 3° al 2° piano  e dove  le cicche di sigarette si  confondono con rifiuti vari lasciati dai visitatori , dalle buste di biscotti alle bottiglie vuote per finire all’ ovatta usata.

Una sala nella quale possono accedere tutti  e non solo i neonati , esposti , in tal modo, ad un rischio maggiore di malattie e di contagi.

Una sala nella quale nessuno interviene per pulire e per fare rispettare le norme vigenti in materia sanitaria, tanto piu’ inderogabili quanto piu’ piccoli e indifesi sono gli utenti di questa ala dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano.

Gli ingressi agli ascensori , poi, sono  completamente al buio tralasciando  cosi’ ogni forma di sicurezza anche per le donne in stato di gravidanza.

Nelle scorse settimane il Presidente della Regione Campania, Onorevole Vincenzo De Luca, e’ stato nominato Commissario Straordinario  della Sanita’ della Regione  direttamente dal Ministro Beatrice Lorenzin superando le perplessità sul fatto che un governatore possa essere allo stesso tempo controllore e controllato.

A quanto pare, tuttavia, nonostante la novita’ delle nomine , il Dott. Ferrante  per l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, ed il Presidente De Luca, come Commissario per la Sanita’ in Campania, sembra che a Caserta nulla  debba cambiare.

A questo punto , cosa altro dire se non rivolgerci a Vincenzo De Luca e chiedergli : ” Presidente De Luca corri a vedere cosa succede all’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano. Ma Caserta fa ancora parte della Campania ? E i neonati casertani , con le loro mamme, hanno gli stessi diritti di tutela della salute come gli altri bambini campani?”.

I neonati casertani aspettano  una tua risposta , Presidente.