Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

CASERTA. Reggia di Caserta, Luciano D’Inverno presenta la mostra “QUATTRO TEMPI”, a cura di Gabriella Ibello

Venerdì 5 Aprile 2019, con inizio alle ore 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica di Luciano D’Inverno dal titolo: “Quattro tempi”, con il Patrocinio della Reggia di Caserta e resterà in esposizione fino a domenica 5 maggio 2019.

CASERTA – Venerdì 5 Aprile 2019, con inizio alle ore 17.00, presso le retrostanze del ‘700 degli appartamenti storici della Reggia di Caserta, sarà inaugurata la mostra fotografica di Luciano D’Inverno dal titolo: “Quattro tempi”, con il Patrocinio della Reggia di Caserta e resterà in esposizione fino a domenica 5 maggio 2019. La mostra, da un progetto di Luciano D’Inverno e a cura di Gabriella Ibello, racconta il paesaggio del parco e del giardino inglese della Reggia di Caserta stavolta attraverso il diverso sguardo della fotografia contemporanea.

Un progetto corale, quello di Luciano d’Inverno, che mostra come il suo interesse per il paesaggio sia parte integrante della trasformazione della natura in perfetta armonia con il divenire interiore. “La fotografia come immagine visiva – spiega la curatrice – non si limita solo a rappresentare ciò che è mondo visuale, essa è il luogo di inserzione della memoria, il punto in cui si condensa la nostra mentalizzazione del mondo e dell’esperienza soggettiva.

Partendo da questa estensione del concetto di immagine fotografica, il lavoro 4 Tempi di Luciano D’Inverno ci fa sentire la preminenza di uno sguardo che oltrepassa le categorie della percezione visiva disperdendo il peso del soggetto nelle profondità del divenire della natura e dell’uomo nel tempo [….] L’aura memoriale delle fotografie di Luciano D’Inverno, non è semplice ricordo ma il risultato dell’intera storia di un individuo, essa ravviva di nuova luce la fotografia di paesaggio, mette in relazione la sfera dell’immagine con l’aspetto dell’esperienza estesa del mondo, allarga il confine della fotografia dal senso della vista a quello delle esperienze mentali ed emotive generate dalla memoria, dall’immaginario, arricchendo così di altri significati il reale”.

Catalogo Arte’m a cura di Ennery Taramelli con testi critici di Gabriella Ibello, Sabrina Raffaghello, Ennery Taramelli, in collaborazione con SR Contemporary Art Berlin e con il contributo del Centro d’Arte orafa Il Tarì. Luciano D’inverno è nato nel 1967 ad Acerra (NA). La sua ricerca fotografica è tesa ad indagare la fenomenologia dello sguardo nella visione dello spazio. Dal ‘90 al ’95 segue attivamente un lavoro sugli adolescenti di periferia che sarà esposto all’Istitut Francais de Naples Grenoble’(1997) a cura di Jean Noel Schifano. Parallelamente si occupa di fotografia pubblicitaria per il settore gioielleria, le sue foto sono pubblicate sulle maggiori riviste del settore. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Napoli dove conosce Ennery Taramelli (storico e critico dell’arte e della fotografia).

Insieme danno vita a “Vesevo” ed. IntraMoenia ( Napoli 2003) e “Campi Flegrei”- ” Qui i piedi non si posano per terra”- ed. IntraMoenia ( Napoli 2007) il lavoro viene presentato al PAN (Palazzo Esposizioni Napoli) a cura di Olga Scotto di Vettimo. Ha esposto in diverse personali e collettive: Occhio (Un) stable, Vulcanocontemporary art (Caivano 2007), Vita Fantasma, Fabbrica del vapore (Milano 2009). Un suo recente lavoro dal titolo Viaggio in Europa viene presentato alla galleria Area 24 Araki, D’Inverno, Yokosuka, Zaza, ( Napoli 2009) e alla Biennale di videofotografia contemporanea (Alessandria 2011) a cura di Sabrina Raffaghello. È rappresentato da SR Contemporary Art Berlino.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale