CASERTA. RIONE VANVITELLI. PARLA IL CONSIGLIERE DI FRATELLI D’ITALIA STEFANO MARIANO

di Antonio De Falco

CASERTA. Capita spesso nella vita di ritornare anche solo per una passeggiata nel posto dove si e’ nati e dove ogni angolo dello stesso ti ricorda qualcosa della tua gioventu’.
Cosi’ e’ capitato anche al consigliere comunale di Fratelli D’ Italia- Alleanza Nazionale Stefano Mariano che non esita ad esternare la sua delusione dopo una passeggiata presso il RIone Vanvitelli suo luogo di nascita.

“E’ stato bruttissimo costatare come nonostante le mie numerose segnalazioni oltre che quelle degli abitanti e il comitato di quartiere, nessuno si e’ preoccupato di far rimuovere quell’ enorme albero che due – tre mesi fa e’ caduto sul campo di calcetto del rione Vanvitelli e che rappresenta un pericolo costante per I bambini che usano giocare nel parco nelle ore pomeridiane.

Non e’ concepibile continua il consigliere Mariano che una zona nel pieno centro della citta’ sia lasciata cosi’ tanto nel degrado . Hanno autorizzato il mercatino giornaliero che si svolge all’ ingresso del rione senza garantire il minimo servizio ne ai venditori ne ai clienti, basta pensare che per I loro naturali bisogni gli ambulanti usufruiscono del bagno di un circolo in zona che a quanto pare fra poco chiudera’ I battenti perche’ sfrattato per morosita’ dagli I.A.C.P.”

Ancora piu’contrariato e’ apparso il consigliere di Fratelli D’ Italia quando ha appreso da alcuni amici d’ infanzia e abitanti del posto che e’ usanza del comitato di quartiere raccogliere di tanto in tanto dei soldi dai condomini per provvedere alla rasatura dell’ erba che dovrebbe essere invece di competenza Comunale.

E’ inconcebpibile aggiungiamo noi che alle soglie del 2017 ci siano ancora di questi problemi. Per migliorare alcune zone di questa citta’ in fondo basterebbe semplicemente mantenere le promesse fatte in campagna elettorale a tutti quelli che ci abitano.

Per esempio smettere di pensare ai cosi’ detti “rioni popolari” solo ed esclusivamente come contenitore di voti sarebbe gia’ un notevole passo in avanti.