Cesa: inaugurazione dell’anno scolastico nell’agro aversano

Incontro tra Dirigenti, amministrazione comunale e regionale

CESA– Stamattina presso il Comprensivo “F.Bagno” si è tenuta l’inaugurazione dell’anno scolastico nell’agro aversano. Presenti il prof. Pietro Buonocore, Dirigente scolastico I.P.S.E.O.A “R. Drengot” di Aversa, l’avvocato Vincenzo Guida, sindaco di Cesa, l’On. Stefano Graziano, Presidenre V Commissione Sanità e Sicurezza Sociale della Regione Campania e l’On. Lucia Fortini, Assessore all’Istruzione, Politiche sociali e giovanili della Regione Campania.

In apertura dell’incontro, gli allievi della scuola media di Cesa, hanno accompagnato con il battito delle mani, perfettamente a tempo, la marcia militare di Radetzky, composta da Johann Strauss nel 1848.

Subito dopo, il vicepreside,Nicola De Michele, ha dato la parola al sindaco di Cesa, Vincenzo Guida, che ha sottolineato la necessità di una maggiore sinergia tra la locale scuola media e la succursale del Drengot di Aversa. L’obiettivo è quello di individuare un unico plesso che unisca entrambi le sedi, al fine di consentire a tutti gli allievi delle medie l’iscrizione presso la succursale dell’Alberghiero, che, ad oggi, fatica ad accoglierli tutti. Il sindaco ha poi dichiarato di essere riuscito a reperire i fondi per l’ acquisto delle lavagne luminose, ma che rimane da risolvere il grande problema del decremento di iscritti, per cui presto saranno convocati dei “ tavoli di lavori per cercare di affrontare il problema.

Il secondo intervento è stato quello del Dirigente P.Buonocore, che ha evidenziato gli annosi problemi strutturali delle scuole dell’agro aversano ( mancanze in organico, di strutture e classi) a fronte dell’impegno quotidiano di Dirigenti e docenti. Ha poi sottolineato il ruolo decisivo degli studenti dell’alberghiero sul territorio, da sempre attivi in tutte le circostanze in cui è stato richiesto il loro apporto.

L’ On. Stefano Graziano, invece, dopo aver rivolto gli auguri di un buon anno scolastico agli allievi presenti, ha definito i docenti “eroi civili”, perché in grado di gestire le situazioni più complesse ,non venendo mai meno al loro ruolo di educatori. Proprio il forte impegno della scuola dell’ agro aversano e campana contribuirà a cancellare l’odiosa etichetta di “terra dei fuochi” con cui da anni viene etichettato il territorio della provincia di Caserta.

In conclusione, è intervenuta l’assessore regionale Lucia Fortini, che narrando ai discenti delle storie, ha inteso far comprendere loro il ruolo dell’istruzione nello sviluppo della coscienza critica, nonché il senso di responsabilità verso le norme che sono alla base della convivenza civile e del rispetto per l’ambiente.