Nuovi autobus a CLP da parte della Regione: insorgono il M5S e i lavoratori

Vincenzo Viglione M5S punta il dito contro la Giunta regionale e ricorda che la CLP e' società in amministrazione straordinaria dal 2015 per effetto di due interdettive antimafia

Caserta. Nella giornata di ieri, 14 gennaio 2020, la notizia della  cerimonia di inaugurazione e di consegna di 10 nuovi autobus che la Regione Campania ha fornito all’azienda di trasporti CLP e che andranno ad implementare il servizio pubblico su gomma sul territorio casertano.

Il tutto si e’ svolto a Piedimonte Matese alla presenza dell’assessore Regionale Sonia Palmeri, dell’avvocato Lucia Viale per la CLP, delle rappresentanze sindacali e dei lavoratori dell’azienda .

Da qui sono scaturite numerose polemiche a dimostrazione, al di la’ delle dichiarazioni pubbliche,  dei rapporti non sempre sereni fra le parti sociali all’interno dell’azienda concessionaria del TPL casertano.

Innanzi tutto, alcuni lavoratori ci hanno segnalato che all’evento non erano presenti tutte le rappresentanze sindacali ma solo la Cisl e l’Ugl di Caserta. Cosi’ come gli stessi hanno tenuto a ribadire che , al di la’ della euforia manifestata dai Dirigenti dell’Azienda e dall’Assessore Sonia Palmeri, a tutt’oggi, le maestranze e le loro famiglie  attendono ancora lo stipendio di dicembre 2019.

A mettere benzina sul fuoco, poi, e’ intervenuto  Vincenzo Viglione Consigliere Regionale M5S il quale, in seguito alla implementazione del parco autobus CLP a Piedimonte Matese da parte della Regione Campania, ha immediatamente pubblicato una nota stampa qui di seguito riportata.

INCREDIBILE!

Era gennaio del 2016 quando grazie a un dettagliato dossier dei nostri attivisti casertani presentammo un’interrogazione in consiglio regionale per chiedere conto delle numerose criticità rilevate nel servizio di trasporto pubblico locale su gomma affidato alla CLP, società in amministrazione straordinaria dal 2015 per effetto di due interdettive antimafia.

Alla nostra interrogazione la Regione confermò la presenza delle criticità segnalate, ma né questo, né l’assurda condizione di società in amministrazione straordinaria ha impedito  alla Regione di prorogare in questi anni l’affidamento del servizio con tanto di trasferimento di fondi che niente hanno risolto in termini di miglioramento della qualità del servizio.

Più volte negli anni successivi abbiamo interrogato la giunta regionale sul perché invece di procedere alle nuove gare per individuare un nuovo gestore, libero da ombre di condizionamento condizionamento mafioso e capace di rilanciare seriamente un settore importantissimo e strategico per Caserta e la sua provincia, si è continuato ad affidare il servizio in proroga.

E la risposta ottenuta è stata sempre che non c’erano delle imprecisate condizioni per procedere alle nuove gare. Gare poi attivate mesi fa e che dovevano finalmente ridare alla nostra provincia un servizio adeguato alle esigenze del territorio.

Ma dopo tutto questo, non solo la gare non hanno visto ancora la fine, ma addirittura si affidano nuovi autobus a una CLP che ad oggi dovrebbe essere solo un lontano ricordo per la nostra provincia.
Potere della campagna elettorale alle porte.

Vincenzo Viglione Consigliere Regionale M5S