Continua ad aumentare i casi di “Parrucchiere a domicilio”

Arrivata la segnalazione alla guardia di Finanza

PIEDIMONTE MATESE – Non si ferma, dopo i tanti avvertimenti del sindaco di Piedimonte Matese, il fenomeno del “parrucchiere a domicilio”. Il primo cittadino, Luigi Di Lorenzo, aveva lanciato un messaggio chiaro sia ai parrucchieri sia ai clienti e ora afferma: “Ho invitato ai carabinieri messaggio WhatsApp di richiesta di merce a Piedimonte per lavori a domicilio. Interesserò anche la Finanza. Forse non lo avete capito: è vietato lavorare al domicilio. Adesso basta”.