De Matteis (M5s), la nomina del Medico competente sulla sicurezza sul lavoro è un affare per pochi intimi?

Che valore può avere una figura di Garanzia scelta senza bando ma per chiamata diretta?

Nel consiglio comunale del 26/03/2019 il Movimento 5 Stelle del Comune di San Nicola la Strada, grazie al proprio portavoce in Consiglio Comunale, Federico DE MATTEIS, aveva sollevato il problema della grave assenza del Medico Competente, figura obbligatoria per legge, ed a tale proposito aveva presentato una interpellanza. Dopo tale interpellanza l’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco del Partito Democratico, già della Margherita, Vito MAROTTA, aveva in effetti deciso di sanare questa situazione incresciosa stanziando in bilancio dei fondi dedicati. Dopo questo passaggio doveroso (come si dice a Napoli: “senza renare nun se cantan messe”), il Movimento 5 Stelle pensava di aver risolto, “positivamente”, questa grave carenza che interessava i dipendenti del Comune sannicolese.

ERRORE, gravissimo errore. Il M5s si aspettava, secondo logica, un bando pubblico che consentisse a tutte le figure professionali interessate di partecipare, nel rispetto dei principi di trasparenza, efficacia, economicità e, sottolineiamo noi, nel più grande rispetto della salute del personale dipendente, invece si sono trovati di fronte ad una determina, nella fattispecie la nr. 357 del 13 giugno /2019, che, tra l’altro, secondo i pentastellati sannicolesi, presenta diversi errori, e che inizia una procedura di nomina per “invito”… cioè vengono invitati TRE MEDICI A MANDARE IL CURRICULUM PER NOMINARLI.

La giustificazione addotta dall’amministratore unico è che l’appalto è sotto la soglia prevista dalla legge e, quindi, consentirebbe una “CHIAMATA” da parte dell’ufficio tecnico su indirizzo dell’amministrazione. Senza voler mettere in discussione la “professionalità”, la “competenza” di questi TRE MEDICI, ci chiediamo: in base a quale criterio questi saranno scelti? Al di fuori di questi TRE MEDICI non ce ne sono di altrettanto capaci e professionalmente validi? Sarebbe come dire che al fuori di questi TRE DOTTORI tutti gli altri medici, non solo casertani, ma regionali e nazionali, non sono capaci, non sono bravi, non sono in grado di valutare la salute dei dipendenti?

A questo punto trascrivo una parte del post pubblicato sulla pagina Fb di Federico DE MATTEIS: “Riteniamo (dice il M5s, ndr.) che questo decreto legislativo riguardi l’affidamento e l’esecuzione di lavori, appalti, servizi pubblici e forniture di importo inferiore a determinate soglie; si dà il caso che l’attività del Medico Competente non abbia nulla a che vedere con queste attività. Il Medico Competente, nella sua autonomia professionale e con le sue competenze, salvaguardia e promuove la salute dei lavoratori, in un ambiente sicuro e non nocivo allo scopo di proteggere le capacità lavorative degli stessi. La nomina di Medico Competente è un titolo giuridico ed essere nominato significa assumere una posizione di garanzia. L’attività del Sanitario non è un semplice “servizio” come riparare una strada o un lampione che non funziona più.

In generale, almeno nelle strutture pubbliche, l’incarico di Medico Competente dovrebbe essere assegnato secondo principi di TRASPARENZA, IMPARZIALITÀ, PARITÀ DI TRATTAMENTO e ovviamente di ECONOMICITÀ, ma in primo luogo dovrebbero essere vagliate le capacità professionali (si parla di benessere e salute). Mi chiedo (conclude il post, ndr.) su quali criteri siano stati invitati i tre medici? AMICIZIA, PARENTELA, BELLA PRESENZA o che ALTRO?”. Non hanno proprio torto gli esponenti pentastellati di San Nicola la Strada che alle prossime elezioni comunali previste a maggio 2020, puntano a rinnovare EX NOVO tutta la vecchia classe politica che negli ultimi decenni non hanno fatto altro che aumentare il malcontento ed il disamoramento dei cittadini dai politici della prima, seconda e terza Repubblica.