Pericoloso detenuto evade dal carcere: ricercato in provincia di Caserta

Si tratta di un detenuto che ha sempre evidenziato pericolosita' e non e' nuovo a tentativi di fuga

Un detenuto e’ evaso dal carcere di Frosinone e le ricerche sono state avviate anche  in  provincia di Caserta. 

L’uomo si chiama Rade Nikolic, 38enne, ed e’  nato in Serbia. Si tratta di un detenuto che ha sempre evidenziato pericolosita’ e non e’ nuovo a tentativi di fuga: per tali ragioni, nel carcere di Secondigliano, dove pure e’ stato recluso, gli vennero sospesi i permessi.

La fuga e’ avvenuta nel corso di un permesso nel corso di un permesso concesso per far visita a un familiare nel campo rom di Secondigliano. Il serbo avrebbe  agito in modo da eludere la sorveglianza.

Il pericoloso detenuto era scortato da sette uomini, quattro del carcere di Frosinone da cui era stato tradotto, e tre di supporto dal carcere di Secondigliano.

Dalle prime indiscrezioni parrebbe che nel campo rom sia stato inscenato un malore a un bimbo per consentire al detenuto di fuggire.

La vicenda sta alimentando numerose polemiche sulla opportunita’ di concedere o meno permessi ai detenuti . 

È ora di smetterla – dichiarano i sindacati–  con questo buonismo nella concessione di permessi dai quali scaturisce un elevato indice di evasione”.