Domani pomeriggio convegno a San Potito Sannitico

Si parlerà delle ricerche archeologiche del Parco Regionale del Matese

Domani pomeriggio a San Potito Sannitico, nella sede del Parco regionale del Matese, vi sarà un importante convegno culturale dal seguente titolo: “Analisi delle valenze archeologiche e scientifiche dell’area di interesse per il Parco Regionale del Matese”.
Al convegno interverranno diversi esperti, ognuno dei quali declinerà le varie modalità per conoscere, tutelare e valorizzare le zone del Matese.
Il convegno, che sarà moderato dal dott. Thomas Scalera, giornalista, sarà introdotto dai saluti delle d.sse Giorgia di Paola e Diletta Menchinello, entrambe della Soprintendenza archeologica di Caserta e Benevento. Seguiranno gli interventi scientifici veri e propri con: la prof.ssa Giuseppina Renda, dell’Università della Campania, “Esperienze di carta archeologica nell’area del Parco del Matese”, l’avv. Rosangela Pilunni, “Il codice dei beni culturali: tutela e salvaguardia”, il dott. Simone Di Mauro, archeologo, “Sito sannitico-romano di Capo di Campo di Castello del Matese”, la prof.ssa Iolanda Capriglione, presidente UNESCO Caserta, “Il Parco del Matese: giacimento culturale (misconosciuto?)”, la dott.ssa Simona Fracasso, “Analisi delle valenze archeologiche e scientifiche dell’area di interesse per il Parco Regionale del Matese”.
Il presidente del Parco del Matese, avv. Vincenzo Girfatti, alla fine trarrà le conclusioni del convegno.
Subito dopo a seguire vi sarà una tavola rotonda a cui contribuiranno le varie associazioni culturali e le Pro-Loco della zona matesina, nonché l’Associazione intercomunale Storia Viva, Roma Produzione Eventi regia Annarita ampi, Castrum Marzani, Castrum Mignani, Castrum Thorae, Castrum Caianus, “Duc in Altum”, Museo Historica Caspoli regia Luigi Formicola, Associazioni discipline orientali.