Droga: blitz tra Molise, Campania, Puglia e Calabria da parte dei Carabinieri e Guardia di Finanza

A capo di un sodalizio c'era un pregiudicato napoletano considerato il vertice di un'associazione di stampo camorristico campana che reimpiegava i proventi illeciti della droga in attivita' commerciali in provincia di Campobasso. L'operazione, denominata Piazza Pulita, ha impegnato oltre 250 carabinieri e finanzieri in 61 perquisizioni locali e personali

NAPOLI – Trentanove persone sono state raggiunte da misure cautelare nel corso di una vasta operazione antidroga condotta dai comandi provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza di Campobasso tra Molise, Campania, Puglia e Calabria, attualmente in atto.

I provvedimenti sono stati emessi dalla Dda di Campobasso, che ha anche disposto il sequestro di beni per oltre un milione di euro. Colpite tre organizzazioni criminali che erano riuscite a costituire un solido e redditizio commercio di sostanze stupefacenti tra la Campania e il Molise.

A capo di un sodalizio c’era un pregiudicato napoletano considerato il vertice di un’associazione di stampo camorristico campana che reimpiegava i proventi illeciti della droga in attivita’ commerciali in provincia di Campobasso. L’operazione, denominata Piazza Pulita, ha impegnato oltre 250 carabinieri e finanzieri in 61 perquisizioni locali e personali.

I dettagli in una conferenza dov’è previsto l’intervento del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho.