EMERGENZA RIFIUTI. Piedimonte Matese con l’umido alla gola

Dichiarato lo stato di emergenza: ancora nessun sito di stoccaggio trovato e in arrivo il divieto di raccolta rifiuti

Come ogni estate si ripropone il problema rifiuti. A Piedimonte Matese (CE) è scattata già a inizio settimana l’emergenza rifiuti. Ora in arrivo l’ordinanza di divieto.

Sono i rifiuti umidi al centro del problema. Non ci sono più siti di stoccaggio in Campania disposti ad accogliere l’organico piedemontano e così il Sindaco è alle prese con un problema assai serio.

Non abbiamo trovato ancora una piattaforma – afferma il Sindaco Luigi Di Lorenzoperciò tra domani e lunedì dovrò preparare un’ordinanza“. Sarà vietato a tutti i cittadini di raccogliere ed esporre in strada i rifiuti “umidi”. Inoltre dovrà essere dichiarato lo stato di emergenza e perciò in queste ore bisognerà interpellare anche la Prefettura di Caserta.

L’Amministrazione, dal canto suo, ha provato in tutti modi a trovare una soluzione ma niente da fare. Sia in Regione che fuori regione i costi preventivati sono stellari, per non parlare poi della quantità di piattaforme che ha da subito risposto di no: la causa sarebbe un eccessivo carico di rifiuti già ospitati.