Esclusiva: parroco irrompe in chiesa ed interrompe celebrazione religiosa

Maddaloni – La surreale vicenda è accaduta venerdì 13 maggio, giorno consacrato non solo alla Madonna di Fatima ma anche a Nostra Signora del Soccorso, a cui è dedicata la piccola congrega in piazza Umberto I a Maddaloni.

Adriana 640×300

I fedeli per questa celebrazione hanno chiesto a don Enzo, parroco di riferimento della congrega di celebrare una messa serale.

Premettiamo che esiste un regolamento che non permette di celebrare messa nelle congreghe. Per questa particolare occasione don Enzo si sarebbe rivolto al Vescovo di Caserta, che avrebbe accordato la celebrazione della messa appunto.

Lo stupore a metà messa circa. Intorno alle ore 20.00 fa irruzione in chiesa don Carmine Ventrone, già parroco della basilica Minore del Corpus Domini, oggi parroco nel comune di Recale e responsabile delle congreghe.

Per don Carmine si stava commettendo un’ illeggittimità e la messa non poteva essere assolutamente celebrata. Don Enzo prova a chiarire di aver avuto autorizzazione specifica per quella messa. Lo stupore dei fedeli, circa una cinquantina, che si erano radunati nella piccola chiesetta per la speciale occasione. Don Carmine va via contrariato e poco convinto, con il monito di chiarire la vicenda lunedì con il vescovo. La messa riprende. Probabilmente domani ne conosceremo le evoluzioni.

Celebrare messe non è mai stato reato, interromperle, invece, per il diritto canonico lo è eccome.